KENYA: L'ACNUR RESPINGE IL DIKTAT DI NAIROBI
KENYA: L'ACNUR RESPINGE IL DIKTAT DI NAIROBI

Nairobi, 20 gen -(adnkronos/dpa)- L'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati (Acnur) ha respinto il ''diktat'' di Nairobi sul rimpatrio degli oltre 500mila profughi - due terzi dei quali somali - ospitati in Kenya. Il portavoce dell'Acnur nella capitale kenyota, Panos Moumtzis, ha dichiarato che l'agenzia dell'Onu ''non prendera' parte ad alcuna azione'' tesa al rimpatrio dei profughi somali, etiopici e sudanesi. Il rimpatrio era stato ordinato ieri da Wilfred Kimalat - segretario per la Sicurezza del presidente del Kenya, Daniel arap Moi - adducendo motivi di sicurezza interna. Kimalat aveva sottolineato che molti profughi somali circolano armati e si dedicano al banditismo. Negli ultimi due mesi - secondo i dati di Nairobi - 47 persone, tra cui nove poliziotti kenyoti, sarebbero rimaste uccise in episodi di banditismo legati ai profughi. Per l'Acnur, invece, gli episodi sarebbero da imputare a miliziani sconfinati dalla Somalia per sfuggire alle retate dei contingenti militari internazionali dell'operazione ''Restore Hope''.

(lun/ZN/ADNKRONOS)