SECCHIA: I SALUTI DI COMMIATO
SECCHIA: I SALUTI DI COMMIATO

ROMA, 20 GEN. (ADNKRONOS)- L'AMBASCIATORE AMERICANO PETER SECCHIA HA APPENA CONCLUSO LA VISITA, CONTRASSEGNATA DA DUE GIORNI DI INTENSE EMOZIONI, NEL PIEMONTE DEI SUOI AVI. LUNEDI' SERA HA VISITATO PARENTI E AMICI A BRUSNENGO E RONGIO INFERIORE, IL PAESE DEL NONNO PIETRO SECCHIA. LASCIATA RONGIO NEL 1907, PIETRO SECCHIA SI ERA RECATO A PIEDI PRIMA A MASSERANO, POI A BIELLA, DOVE AVEVA PRESO IL TRENO DIRETTO A SUD PER IMBARCARSI SUL PIROSCAFO CHE LO AVREBBE PORTATO NEGLI STATI UNITI.

L'AMBASCIATORE HA PERNOTTATO NELLA CASA DI CAMPAGNA DI ROGETTA, CHE E' APPARTENUTA ALLA FAMIGLIA SECCHIA FIN DAL XV SECOLO. MARTEDI' MATTINA SI E' ALZATO PRESTO, RECANDOSI A PIEDI, PRIMA A MASSERANO, POI A BIELLA. LUNGO IL PERCORSO, HA SOSTATO BREVEMENTE PRESSO LA SCUOLA ELEMENTARE FREQUENTATA DAL NONNO E HA FATTO VISITA ALLE TOMBE DEI BISNONNI E DEGLI ALTRI CONGIUNTI. L'AMBASCIATORE HA VOLUTO FARE LE STESSE ESPERIENZE, OSSERVANDO CON I SUOI OCCHI SCENE PROBABILMENTE VISTE DAL NONNO PRIMA CHE LASCIASSE L'ITALIA ALLA RICERCA DI NUOVI ORIZZONTI E NUOVE OCCASIONI. ESSENDO STATO MOLTO VICINO AL NONNO PIETRO, L'AMBASCIATORE HA DECISO DI ACCOMIATARSI DALL'ITALIA IN QUESTO MODO PER SOTTOLINEARE L'IMPORTANZA CHE ANNETTE ALLE SUE RADICI ITALIANE. (SEGUE).

(COM/BB/ADNKRONOS)