CONTRADA: LETTERA FALCONE - ''ERA UN BRAVO POLIZIOTTO''
CONTRADA: LETTERA FALCONE - ''ERA UN BRAVO POLIZIOTTO''

Roma 28 gen. (Adnkronos)- Giovanni Falcone riteneva Bruno Contrada un poliziotto di alta professionalita'. E' quanto emerge da una lettera, di cui e' venuta in possesso l'Adnkronos, scritta da Falcone, allora Giudice Istruttore, al Questore di Palermo l'8 febbraio 1982.

''Mi e' gradito esternarle -scriveva Falcone al Questore- i miei piu' vivi ringraziamenti per la intelligente e fattiva collaborazione della Squadra Mobile e della Criminalpol di Palermo nella indagini istruttorie relative al procedimento penale contro Spatola Rosario ed altri, imputati di associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti e di altri gravi delitti''.

''Mi consenta di segnalare -scriveva sempre Falcone- in particolare, il dott. Bruno Contrada, dirigente della Criminalpol Sicilia, il dott. Ignazio D'Antone, dirigente della Squadra Mobile di Palermo, il vicequestore dott. Vittorio Vasquez, il commissario capo dott. Guglielmo Incalza ed il maresciallo PS Santi Donato, i quali, pur in mancanza di strutture adeguate rispetto alla gravita' ed alle dimensioni del fenomeno mafioso, hanno portato allo scrivente continua ed incisiva assistenza, rivelando, altresi', nel compimento di indagini delegate, ottime doti di capacita' professionale''.

(Rao/PE/ADNKRONOS)