EX JUGOSLAVIA: SCONTRI IN BOSNIA E CROAZIA (2)
EX JUGOSLAVIA: SCONTRI IN BOSNIA E CROAZIA (2)

(adnkronos)- Il Consiglio di Sicurezza ha espresso a sua volta profonda preoccupazione per gli ultimi sviluppi della situazione, che ha definito ''una flagrante violazione'' della risoluzione approvata lunedi', in cui si chiedeva la cessazione delle ostilita'. Il presidente di turno dell'organismo, Yoshio Hatano, ha quindi letto una dichiarazione con cui il Consiglio rinnova l'appello a tutte le parti coinvolte, esortandole a far cessare gli scontri ed a ''rispettare pienamente l'incolumita' del personale delle Nazioni Unite garantendone piena liberta' di movimento''.

''Le autorita' croate - ha detto Butros-Ghali nella sua dichiarazione - insistono sul fatto che non intendono attenersi a quanto prescritto dalle risoluzioni Onu finche' le milizie serbe non saranno state disarmate, smobilitate e non avranno restitutito le armi pesanti sottratte dai depositi sotto controllo Onu in risposta all'offensiva croata''. I serbi, da parte loro, chiedono che il Consiglio di Sicurezza fissi una data massima per il ritiro totale delle forze croate. Posizioni inconciliabili, ha detto Butros-Ghali, che hanno spinto il generale Nambiar a sottolineare i rischi di una escalation del conflitto. (segue)

(cin/PE/ADNKRONOS)