IRAQ: PIANO USA-GB (2) L'''AL-YAMAMA''
IRAQ: PIANO USA-GB (2) L'''AL-YAMAMA''

(adnkronos)- Dal canto loro, gli inglesi, forti dei loro ''ottimi rapporti con le forze politiche e sociali in Giordania'', avrebbero raggiunto un ''accordo di massima'' con il principe ereditario giordano Hassan che prevederebbe la sua assunzione del trono a Baghdad in una prima fase postSaddam ed il successivo trasferimento del trono ad Amman dopo un anno, quando l'infermo re Hussein dovra' abdicare in suo favore, per riunire l'Iraq e la Giordania in una sorta di ''federazione hascemita''.

Alla base dell'operazione ''al-Yamama'' vi sarebbe secondo ''al-Arab'' la tradizionale sete occidentale di petrolio. Il professore John Duke Anthony, presidente della Commissione Arabo-Americana, avrebbe informato il giornale durante una recente visita nei paesi del Golfo del fallimento di un negoziato tra Washington, le monarchie moderate della Penisola Arabica e l'Iraq. Gli Stati Uniti si sarebbero offerti di porre fine all'offensiva occidentale contro Baghdad in cambio un accordo 25ennale che avrebbe concesso agli americani ampie agevolazioni petrolifere in Iraq nei settori dell'estrazione, dell'ammodernamento e della ricostruzione delle strutture mirate ad aumentare la produzione di greggio irachena. L'offerta sarebbe stata respinta da Baghdad, che si sarebbe rifiutata di ''sacrificare la ricchezza del popolo iracheno''.

(lun/bb/adnkronos)