CASO MAIRA: LA RICHIESTA DEI MAGISTRATI DI CALTANISSETTA
CASO MAIRA: LA RICHIESTA DEI MAGISTRATI DI CALTANISSETTA

Roma 3 feb (Adnkronos)- La richiesta di autorizzazione a procedere nei confronti del deputato democristiano Raimondo Maira e' stata inoltrata dai giudici di Caltanissetta il 4 dicembre scorso. Il 28 dello stesso mese il Ministro di Grazia e Giustizia, Claudio Martelli, la trasmetteva a sua volta alla Camera dei Deputati.

La richiesta, firmata da Giovanni Tinebra, Procuratore della Repubblica di Caltanissetta, e dai sostituti Pietro Vaccara, Carmelo Petralia e Francesco Paolo Giordano, ipotizza per Maira il reato di associazione a delinquere di stampo mafioso, previsto dall'articolo 416 bis del Codice Penale.

In particolare, sul possibile coinvolgimento di Maira nella strage di Capaci, i magistrati scrivono:'' Appaiono inquietanti le circostanze emerse dagli approfonditi, seri e scrupolosi accertamenti eseguiti con il consueto rigore professionale dal Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato in ordine a una serie di conversazioni telefoniche attraverso cellulari, uno dei quali in uso all'Onorevole Maira, da cui e' partita una comunicazione il 23 maggio 1992, pochi minuti prima che il dottor falcone uscisse dal suo ufficio romano per recarsi all'aeroporto di Ciampino per dirigersi a Palermo, dove poi sarebbe stato ucciso nella nota strage''. (segue)

(Rao/AS/ADNKRONOS)