EFIM: AI DIPENDENTI NON PIACE LA CASSA INTEGRAZIONE
EFIM: AI DIPENDENTI NON PIACE LA CASSA INTEGRAZIONE

roma 3 feb. -(adnkronos)- l'emendamento al decreto legge di liquidazione dell'efim che prevede il ricorso alla cassa integrazione speciale e alla mobilita' per i dipendenti dell'ente e delle sue controllate, non riscuote i plausi dei diretti interessati.

in una nota i dipendenti del gruppo contestano 'duramente'' la proposta presentata dal governo, ricordando che ben altro e' stato il trattamento riservato ai lavoratori privati.

questi ultimi, rammentano citando i casi olivetti, federconsorzi, enichem, agusta, agensud, spedizionieri doganali, etc. ''vengono per legge ricollocati nella pubblica amministrazione. solo il dipendente efim- in quanto pubblico- viene, per legge, non ricollocato e il governo ricorre ad un licenziamento ammorbidito mediante la mobilita'''. il tutto, sottolineano, mentre ''vecchi vertici e portaborse di partiti vengono riciclati nell'ambito dell'industria pubblica''.

nel frattempo la commissione bilancio della camera ha concluso la discussione generale sugli emendamenti da apportare al decreto legge, la votazione, dati gli impegni del governo, sara' effettuata domani o venerdi'.

il decreto legge dovra' poi passare all'esame del senato ed essere approvato entro due settimane. solo cosi' si potra' evitare il varo del quinto decreto ed avviare il rimborso dei 9.000 miliardi di debiti del gruppo. solo dopo la trasformazione del decreto legge la cassa depositi e prestiti potra' emettere le obbligazioni che consentiranno al commissario liquidatore di avviare i pagamenti.

(red/zn/adnkronos)