RISPARMIO: L'ITALIANO FORMICHINA DISORIENTATA
RISPARMIO: L'ITALIANO FORMICHINA DISORIENTATA

roma, 3 feb. (adnkronos)- L'italiano riscopre la virtu' del risparmio ma, allo stesso tempo, appare disorientato sul come investirlo. E' quanto emerge da una indagine telefonica realizzata dalla Marketing Telematica su un campione di 600 consumatori rappresentativo della popolazione italiana.

In un momento di crisi come l'attuale, il consumatore ha cominciato a destinare quantita' crescenti del proprio reddito al risparmio, rinviando o semplicemente riducendo le spese. IL 76 per cento degli interpellati ha infatti ammesso di aver modificato in tal senso i propri comportamenti di spesa.

Allo stesso tempo, pero', il risparmiatore non sa bene cosa fare dei soldi messi da parte e alla fine cade sempre nelle accoglienti braccia dei titoli pubblici. Infatti, per quanto la sfiducia verso lo Stato ed i suoi titoli tenda a crescere ( lo ha sostenuto il 57 per cento), Bot, cct btp rimangono l'investimento privilegiato dopo, naturalmente, quello immobiliare. Nel mattone trova rifugio ancora il 64 per cento degli intervistati.

A dire il vero, il consumatore modello vorrebbe diversificare l'investimento di risparmi e non comprare solo titoli di stato ma manca l'informazione, non sa bene quali alternative privilegiare. Chi vorrebbe titoli esteri (41 per cento), chi i fondi d'investimento ( il 40 per cento) e chi pensa ai certificati di deposito emessi dalle banche.

(red/BB/ADNKRONOS)