TMC: LIOJ (UPA) ''VA DIFESA''
TMC: LIOJ (UPA) ''VA DIFESA''

Venezia, 3 feb. (adnkronos) - ''Le grandi aziende che investono in pubblicita', riunite nell'Upa, hanno sempre incoraggiato telemontecarlo che e' sempre stata vista come una alternativa al predominio del duopolio televisivo italiano, che nei fatti rischiava di diventare un monopolio. Per questo vogliamo TMC viva e vivace''. A sottolinearlo e' il direttore generale dell'Upa, Felice LIoj, a margine di una tavola rotonda sulle sinergie tra le diverse forme di comunicazione organizzata all'universita' di Venezia.

''TMC infatti e' un caso particolare -spiega Lioj- e' sempre stata una alternativa valida, dAi prezzi pubblicitari accessibili, e pur non avendo una audience molto elevata permette di raggiungere un pubblico in tutte le grandi citta'''.

''Ora -sottolinea il responsabile dell'Upa- dopo la ristrutturazione siamo preoccupati. Ci si domanda se potra' continuare ad affrontare la concorrenza e se TMC possa continuare a svilupparsi. ''Infatti le mille grandi aziende che investono in Italia -spiega Lioj- hanno sempre creduto alla libera concorrenza. Per la pubblicita' non fa certo bene il rigido duopolio tra tv di stato e tv Fininvest e quindi TMC ha una posizione importante, da difendere''.

Sull'affollamento delle emittenti televisive, pero', PER il direttore generale dell'Upa ''sarebbe bene avviare delle concentrazioni e delle joint ventures tra le 700 tv italiane che sono troppe e troppo piccole e poi, non e' detto che un paese sia piu' democratico con 700 tv e un altro lo siamo meno se ne ha solo 300 o 100''.

(dac/BB/ADNKRONOS)