DROGA: DIBATTITO ''PROIBIZIONISMO 0 ANTIPROIBIZIONISMO?''
DROGA: DIBATTITO ''PROIBIZIONISMO 0 ANTIPROIBIZIONISMO?''

Roma, 12 feb. (adnkronos) - ''Proibizionismo e antiproibizionismo sono i due poli, ed entrambi abbastanza astratti, di un unico problema''. Cosi' il prof. Luigi Cancrini ha aperto il suo discorso intervenendo al dibattito organizzato dai rappresentanti degli studenti e dal consiglio di amministrazione dell'universita' di Roma ''La Sapienza'' che ha visto nella giornata di oggi ''rappresentanti'' delle due posizioni confrontarsi nell'aula magna dell'universita' di fronte agli studenti.

Secondo il professore di psicoterapia e' necessario comunque dare delle regole precise: ''la legge 162 e' troppo vicina al polo proibizionista, bisogna ora spostarci nell'altra direzione evitando di confondere le vittime, cioe' i consumatori e i carnefici, cioe' i trafficanti. La conversione in legge del recente decreto -ha sostenuto ancora Cancrini- pur non modificando il principio della punibilita' apre comunque spazi interessanti per evitare il consumo penale del tossicodipendente''. Non sempre infatti, secondo il professore, la punibilita' e' un valido deterrente per chi, in ogni caso, ha deciso di ''sfidare le regole''.

Secondo il prefetto Soggiu non e' possibile considerarsi totalmente contro o a favore, in un problema cosi' vasto come quello della droga. ''Dobbiamo affrontarlo tutti, per cio' che ci compete con serieta'. E' un problema che sicuramente non trovera' soluzione a breve termine''. (segue)

(ste/gs/adnkronos)