RAIUNO: ''TERRA, ARIA, ACQUA E FUOCO''
RAIUNO: ''TERRA, ARIA, ACQUA E FUOCO''

ROMA, 12 FEB. - (ADNKRONOS) - Qual e' la situazione ambientale dei Paesi della Comunita' europea? cosa fanno i governi e le istituzioni per migliorare la qualita' della vita? esiste davvero una consapevolezza delle trasformazioni apportate dall'uomo sull'ecosistema? A che punto e' la ricerca scientifica? sono alcune delle domande alle quali si propongono di rispondere ''terra, aria, acqua e fuoco'', quattro appuntamenti firmati dal dipartimento Scuola Educazione in collaborazione con la commissione Delle comunita' Euroopee. Il programma va in onda su Raiuno da lunedi' 15 a giovedi' 18 alle 14.45. gli autori sono angela Redini e angelo Sferrazza, la regia e' di enrico Agapito.

Obiettivo della trasmissione e' quello di analizzare, con il contributo del ministro dell'ambiente carlo ripa di meana e di altri esperti, i problemi della salvaguardia ecologica nell'Europa unita, con particolare riferimento agli elementi costitutivi dell'ambiente. Tra i temi trattati: lo sfruttamento e l'occupazione della terra, le emissioni inquinanti e lo stato di ''salute'' dell'aria, le risorse idriche e le alterazioni dei mari, le fonti energetiche e la ricerca.

''Abbiamo raccolto - dice il responsabile della seconda struttura del Dse, angelo Sferrazza - le voci di esperti di vari paesi Europei della comuita' e particolarmente importante e' stato il contributo del ministro CArlo Ripa di meana. Le quattro puntate sottolineranno ancora una volta la necessita' di occuparsi dei problemi ambientali in un'ottica continentale. L'europa della cee e' sicuramente l'organismo politico internazionale piu' sensibile ai problemi dell'ecologia. questo anche perche' l'incontrollato sviluppo industriale e quello delle grandi citta' hanno causato problemi di inquinamento tali da porre in modo urgente il quesito su come sviluppare senza inquinare. d'altra parte, il rapido e imprevisto disfacimento politico dei paesi dell'Est europeo e l'apertura delle frontiere ha messo in evidenza la drammatica situazione di degrado in cui si trovano questi paesi''. (segue)

(red/as/adnkronos)