PICCOLA IMPRESA: CONTINUA FASE RECESSIVA
PICCOLA IMPRESA: CONTINUA FASE RECESSIVA

MILANO, 15 FEB. -(ADNKRONOS)- LA FASE RECESSIVA DELLA VITA PRODUTTIVA DELL'ARTIGIANATO E DELLE PICCOLE AZIENDE MILANESI, INIZIATA NEI PRIMI MESI DEL '90, NON MOSTRA SEGNI DI RALLENTAMENTO. SECONDO I DATI CONGIUNTURALI RELATIVI AL SECONDO SEMESTRE DEL '92, ELABORATI DAL CENTRO STUDI DELL'ASSOCIAZIONE ARTIGIANATO E PICCOLE AZIENDE DI MILANO E PROVINCIA E RELATIVI AD UN CAMPIONE DI 350 AZIENDE, PRODUZIONE, FATTURATO, ESPORTAZIONE ED OCCUPAZIONE PRESENTANO TUTTI UN SEGNO NEGATIVO.

L'OCCUPAZIONE, DA LUGLIO A DICEMBRE DELLO SCORSO ANNO, E' SCESA ULTERIORMENTE DEL 5 PER CENTO, LA PRODUZIONE, IN CALO DEL 3,3 PER CENTO NELL'ULTIMO SEMESTRE, FA TOCCARE AL DATO STORICO UN -10,7 PER CENTO IN TRE ANNI MENTRE IL FATTURATO ACCUSA UNA DIMINUZIONE DEL 3,4 PER CENTO.

CONSIDERANDO LA DIMINUZIONE DEI LIVELLI DI SCORTE IMMAGAZZINATE (-0,6 PC), SECONDO UNA NOTA DELLA CONFARTIGIANATO DI MILANO E PROVINCIA ''SI PUO' INDIVIDUARE CHE GLI ARTIGIANI E I PICCOLI IMPRENDITORI NON SOLO NON HANNO POTUTO EFFETTUARE L'ADEGUAMENTO DEI PREZZI AI VALORI DELL'INFLAZIONE, MA HANNO DOVUTO LIMARE LEGGERMENTE GLI STESSI PER RIMANERE CONCORRENZIALI E NON PERDERE MAGGIORI QUOTE DI MERCATO''.

DIVERSO IL DISCORSO PER L'ESPORTAZIONE DOVE, LA LEGGERA DIMINUZIONE DI VALORE (-0,4 PC) ''DEVE ESSERE ANALIZZATA CONSIDERANDO CHE L'ESPORT HA RISENTITO POSITIVAMENTE DELLA SVALUTAZIONE MONETARIA DELLA LIRA ITALIANA NEI CONFRONTI DELLE ALTRE MONETE -PROSEGUE LA NOTA- PERMETTENDO ALLE IMPRESE DEI GUADAGNI ESCLUSIVAMENTE RELATIVI AL DIFFERENZIALE DI CAMBIO''.

(RED/RDA/ADNKRONOS)