DIFESA: ANDO' SU CRISI INDUSTRIA
DIFESA: ANDO' SU CRISI INDUSTRIA

Roma, 10 mar. (Adnkronos) - 55 mila miliardi in dieci anni: questa la cifra prevista dal Nuovo Modello di Difesa per gli investimenti nel settore militare. La percentuale di risorse dovrebbe passare,quindi, dal 20 per cento al 27 per cento, sommando a tremila 800 miliardi annui di risorse ''ordinarie'' altri 300 miliardi di incremento annuo di bilancio.

Il ministro della difesa Salvo Ando', parlando oggi ad un convegno organizzato dall'Istrid sul futuro dell'industria della difesa italiana, ha dichiarato la necessita' di intervenire al piu' presto in un settore fortemente in crisi.

''Le nuove necessita' di sicurezza richiedono strumenti militari diversi rispetto al passato'', ha detto Ando', che auspica per il futuro forze armate piu' efficienti ma ridotte. Secondo il ministro, nel futuro sara' indispensabile favorire la collaborazione multinazionale, eliminando eventuali costi aggiuntivi che possano gravare sulla produttivita' nazionale. Ando' ha detto che il governo e' pronto a sostenere gli sforzi dell'Amministrazione della Difesa tesi all'ammodernamento dei servizi e al reperimento di risorse e quelli dell'industria bellica, impegnata nei processi di riconversione, raggruppamento e snellimento delle strutture.

L'annunciata realizzazione di quattro unita' navali di medie dimensioni per la Marina italiana dimostra la volonta' del governo di attivare risorse per gli investimenti. ''E' un segnale importante'', ha dichiarato Ando', a cui ora l'industria deve rispondere valorizzando al massimo le risorse di professionalita' e managerialita' di cui dispone''. (segue)

(Dom/as/adnkronos)