I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (3): L'INTERNO
I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (3): L'INTERNO

Roma. Con 143 voti a favore e 99 contrari e' stato approvato DAL SENATO l'ordine del giorno presentato dai capigruppo della maggioranza e si e' concluso cosi' il dibattito sulle comunicazioni del presidente del consiglio Giuliano Amato CIRCA IL ritiro del decreto Conso sul finanziamento ai partiti. Respinti tutti gli altri ordini del giorno presentati da rifondazione, dal pds, dal msi e due dalla lega nord. CommentaNDO la tumultuosa seduta odierna, AMATO L'HA PARAGONATA AL ''coro dell'antica tragedia greca'', che aveva lo scopo di trasmettere agli spettatori atmosfere ed emozioni. Credo che la diretta tv abbia influenzato il dibattito.

ROMA. NILDE IOTTI, PARLAMENTARE PIDIESSINA E PER TREDICI ANNI PRESIDENTE DELLA CAMERA, FINO AL TERMINE DELLA SCORSA LEGISLATURA, E' STATA ELETTA PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE BICAMERALE PER LE RIFORME ISTITUZIONALI CON 26 VOTI SU 45 PRESENTI FRA I SESSANTA COMMISSARI. LA maggioranza richiesta era di 21 consensi. 3 voti sono andati aD augusto barbera e romano misserville. le schede bianche sono state cinque, le nulle una ed un voto e' andato disperso. I COMMISSARI ASSENTI, FRA I QUALI BETTINO CRAXI, GIORGIO LA MALFA, UMBERTO BOSSI, GIANFRANCO MIGLIO, GINO GIUGNI, SONO STATI quinDici. AL VOTO HA PARTECIPATO PER LA PRIMA VOLTA IL PRESIDENTE DEI DEPUTATI DC GERARDO BIANCO CHE, COME ANNUNCIATO DAL VICEPRESIDENTE AUGUSTO BARBERA PRIMA DELLE OPERAZIONI DI SCRUTINIO, DA OGGI FORMALMENTE SOSTITUISCE NELLA BICAMERALE ARNALDO FORLANI. UN ''LAVORO INTENSISSIMO'', E' STATA LA PROMESSA RIVOLTA DALLA IOTTI AI COMMISSARI DELLA BICAMERALE NEL SUO BREVE 'DISCORSO DI INVESTITURA'.

MILANO. IL CAPO DELLO STATO OSCAR LUIGI SCALFARO, SU PROPOSTA DEL MINISTRO DELL'INTERNO MANCINO, HA FIRMATO STAMANE IL DECRETO DI SCIOGLIMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DI MILANO. PER LA PROVVISORIA GESTIONE DEL COMUNE E' STATO NOMINATO COMMISSARIO STRAORDINARIO IL PREFETTO CLAUDIO GELATI. IL PROVVEDIMENTO ERA UN ATTO DOVUTO, DOPO L'AUTOSCIOGLIMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DI PALAZZO MARINO, A SEGUITO DELLE DIMISSIONI RASSEGNATE DA 52 CONSIGLIERI. GELATI E' NATO A PARMA NEL 1939. SUO ULTIMO INCARICO, DIRETTORE GENERALE DEI SERVIZI CIVILI DEL MINISTERO DELL'INTERNO.

Roma. Cresce LA POSSIBILITA' che, per la settima volta, scada senza essere convertito in legge il decreto che ripiana i debiti contratti dalle Usl dal 1987 ad oggi. Le Regioni soffrono da tempo per carenza di liquidita'. Inoltre in questi primi mesi del '93 la loro situazione finanziaria e' resa ancora piu' precaria perche' la regionalizzazione in atto presuppone il passaggio dalle vecchie procedure di finanziamento alle nuove. In questa situazione, SECONDO LA FEDERFARMA, ''il ripiano dei debiti delle Usl costituisce per le Regioni una necessaria boccata di ossigeno e la base indispensabile alla loro autonomia. In mancanza di questa liquidita' le Regioni potrebbero essere costrette a tagliare ancora i servizi sanitari offerti ai cittadini''.

MILANO. dopo il ''martedi' nero'', la borsa si e' oggi ripresa. sul mercato azionario, l'indice mib ha infatti registrato un aumento dell'1,2 per cento, segnando quota 1.141. QUANTO ALLA LIRA, LA NOSTRA MONETA ha proseguito nella sua altalena per poi riprendersi lievemente alla fine della mattinata, segnando un leggero miglioramento sia nei confronti deL marco che del dollaro. secondo le rilevazioni della banca d'italia, la lira E' STAT scambiata a 967 contro il marco tedesco. recupero anche nei confronti del dollaro, che ha perso circa 6 lire. la valuta statunitense E' STATA scambiata a 1.611,79 lire. (SEGUE)

(RED/bb/adnkronos)