MILANOLIMPICA: MORETTI (V.PRES.MILANO 2000)
MILANOLIMPICA: MORETTI (V.PRES.MILANO 2000)

MILANO, 10 MAR. (ADNKRONOS) - ''C'E' STATO UN CROLLO DELLE ISTITUZIONI E A QUESTO PUNTO UNA CANDIDATURA, PER QUANTO FINANZIATA DAI PRIVATI, NON POTEVA NON AVERE UN INTERLOCUTORE POLITICO''. COSI' IL VICEPRESIDENTE DEL COMITATO 'MILANO 2000' MASSIMO MORETTI HA SINTETIZZATO LE RAGIONI DEL RITIRO DELLA CANDIDATURA DI MILANO PER I GIOCHI OLIMPICI DEL DUEMILA.

''SE I MEMBRI DEL CIO ARRIVANO A MILANO E' TROVANO UNA CITTA' SENZA GIUNTA, SENZA SINDACO MA GOVERNATA DA UN COMMISSARIO -HA PRECISATO MORETTI ALL'ADNKRONOS- NON GIOCA A NOSTRO FAVORE ANCHE DAL PUNTO DI VISTA DELL'IMMAGINE ALL'ESTERO. A QUESTO PUNTO -HA AGGIUNTO- E' MEGLIO AVERE UNA CANDIDATURA FORTE PER IL 2004. ABBIAMO SUBITO LA BUFERA CHE STA ATTRAVERSANDO L'ITALIA E NON SIAMO SOPRAVISSUTI PER IL 2000 PERCHE' NON AVEVAMO MODO DI COPRIRCI'' HA PROSEGUITO MORETTI, PRECISANDO CHE ''NON SI PUO' ANDARE ALL'ESTERO SORRIDENDO, AFFERMANDO CHE IN ITALIA NON SUCCEDE NULLA''.

SECONDO IL VICEPRESIDENTE DI ''MILANO 2000' CADENDO LA CANDIDATURA DEL CAPOLUOGO LOMBARDO, LA CITTA' MAGGIORMENTE ACCREDITATA A QUESTO PUNTO E' PECHINO: ''A MIO GIUDIZIO -HA SOTTOLINEATO MORETTI- AFFASCINA MOLTO L'IDEA DI UN 2000 APERTO A PECHINO E ALLA CINA E PENSO CHE LO SFORZO POLITICO CHE DOVRA' AVVENIRE IN CINA PER MERITARSI LE OLIMPIADI -HA CONCLUSO- NE FAVORIRA' IL PROCESSO DI DEMOCRATIZZAZIONE''.

(ROS/RDA/ADNKRONOS)