TRANSESSUALI: UN ESERCITO (2) - IDENTIKIT DEI CLIENTI
TRANSESSUALI: UN ESERCITO (2) - IDENTIKIT DEI CLIENTI

-(ADNKRONOS)- ''Si tratta di un fenomeno tipicamente urbano -spiega l'antropologa Gatto Trocchi-. La loro estrazione sociale e' la piu' varia: accanto a un numero esiguo di studenti universitari, impiegati e operai, la maggior parte, dopo aver abbandonato la scuola superiore, vive di prostituzione''. I transessuali piu' belli e vistosi sono ricercati dalle discoteche (fra le piu' note ''Le Cinema'' di Milano, E ''Il Castello'' di Roma, l'''Acqua disco village'' E IL ''DADADA''' DI Riccione) che mettono in scena la loro ambivalenza inquietante e l'iperseduzione di ciglia finte, seni turgidi, giarrettiere sgargianti, aumentando notevolmente gli incassi delle serate.

Sorprendente l'identikit dei clienti dei transessuali, che emerge dalla ricerca dell'universita' di Perugia. Il 65 per cento di coloro che avvicinano maschi travestiti da donna sono sposati e con figli. La loro eta' media supera i 40 anni, dispongono di molti soldi ed hanno una cultura medio-bassa, ma non e' raro trovare anche professionisti, impiegati e professori. Ma perche' gli eterosessuali sono affascinati da avventure con transessuali? ''I clienti sono attratti dall'ambivalenza, dalla donna iperfemmina -risponde Cecilia Gatto Trocchi- che e' pero' ancora un maschio. I transessuali fanno rivivere nel bagliore delle metropoli l'antico mito dell'androgino ostentando seni e nascondendo il pene''. (segue)

(Pam/BB/ADNKRONOS)