TRANSESSUALI: UN ESERCITO DI 15 MILA -INCHIESTA NAZIONALE
TRANSESSUALI: UN ESERCITO DI 15 MILA -INCHIESTA NAZIONALE

ROMA, 10 MAR. -(ADNKRONOS)- Sono 15 mila i transessuali italiani. Sono giovani fra i 20 ed i 30 anni, vivono nelle grandi citta', non hanno quasi mai portato a termine le scuole superiori, hanno un'estrazione sociale proletaria e piccolo borghese.

Sono questi i principali dati, anticipati dall'Adnkronos, che emergono dalla prima inchiesta nazionale sul fenomeno, diretta dalla professoressa Cecilia Gatto Trocchi, antropologa dell'Universita' di Perugia. La ricerca e' durata oltre un anno ed e' stata condotta con l'aiuto del Movimento italiano transessuali (Mit), consultando i centri di chirurgia plastica ed intervistando a lungo decine di transessuali di Roma, Milano, Torino e Napoli. L'inchiesta ha permesso anche di censire in 5 mila i viados che ogni anno arrivano in Italia dal Brasile, per lo piu' clandestinamente, ''sbarcando il lunario'' tra le metropoli e la costa romagnola.

Fra i 15 mila transessuali italiani e' nettamente predominante il passaggio dalla mascolinita' alla femminilita', pari al 97 per cento. Solo 3.500 hanno realmente cambiato sesso con drastiche operazioni ai genitali, mentre sono passati dal sesso femminile a quello maschile solo in 80. ''La chirurgia plastica -sottolinea Cecilia Gatto Trocchi- permette sintesi ardite e costruzioni anatomiche stupefacenti, attribuendo nasi perfetti, labbra tumide e seni prorompenti ai transessuali piu' ricchi, che cosi' riescono ad accrescere il numero dei loro clienti''. (segue)

(Pam/BB/ADNKRONOS)