AIDS: SCOPPIA IL CASO DELLA FONDAZIONE ASSOCIATA ONU
AIDS: SCOPPIA IL CASO DELLA FONDAZIONE ASSOCIATA ONU

Roma, 24 mar (adnkronos) - L'aids found immunology and allergology conferma la validita' e la legittimita' della sua ultima campagna stampa di marzo sul ''baby aids'' e precisa di essere ''una ong, organizzazione non governativa associata al dipartimento dell'informazione delle nazioni unite con delibera onu del 2 luglio 1991''.

La precisazione viene dopo che il settimanale ''tempo medico'' aveva espresso perplessita' e critiche sulla ''campagna antiabortista ospitata da alcuni giornali'' ed aveva definito l'aids found, una ''associazione di millantatori che non ha il diritto di parlare a nome dell'onu ed ha esposto arbitrariamente il marchio delle nazioni unite nelle sue pubblicita'. A dispetto del nome scientifichese - scrive in una nota 'tempo medico' - l'aids found immunology and allergology non annovera tra i suoi membri alcun medico, ma si permette comunque di invitare le donne sieropositive a non abortire, citando studi scientifici inesistenti''.

''I dati scientifici riportati - risponde un comunicato dell'associazione accusata - hanno valenza internazionale e risultano dal peckham et al infant sieroconversione profile di londra e dal new york university medical center pediatric department, confermando che l'83 per cento circa dei neonati sieropositivi tornano sieronegativi tra il 15/mo ed il 18/mo mese di vita senza nessuna cura medica. ecco il perche' dell'appello di speranza lanciato alle donne sieropositive in stato interessante affinche' non interrompano, se l'aborto non e' una loro scelta etica, la gravidanza. L'aids foundation - conclude la nota - ha dato incarico all'avvocato mario veutro di tutelarla nelle competenti sedi con tutte le iniziative legali del caso''.

(ria/BB/ADNKRONOS)