ANIMALI: I DUE RIPA DI MEANA INSIEME PER DIFENDERLI
ANIMALI: I DUE RIPA DI MEANA INSIEME PER DIFENDERLI

Roma, 24 mar. (adnkronos) - Carlo e Marina Ripa di Meana fianco a fianco nella vita anche per difendere gli animali. In particolare le balene e i cuccioli di foca, massacrati a colpi di bastone per ricavarne preziose pellicce. A raccontare l'iniziativa e' stato l'ex ministro dell'ambiente, oggi portavoce dei verdi e presidente onorario del WWF. ''Apriremo anche in Italia un centro dell'Ifaw, il fondo internazionale per la difesa degli animali -ha dichiarato Ripa di Meana spiegando che- e' vero che i cuccioli sterminati oggi sono 65 mila contro i 500 mila degli anni '50. Ma -ha aggiunto- ci sono fortissime pressioni e anche ricatti economici da parte di alcuni paesi affinche' la cee e gli Stati Uniti cancellino i divieti alle importazioni delle pelli di baby foca''. Il divieto era stato imposto proprio da Ripa di Meana quando era commissario all'ambiente della Cee.

''I cuccioli di foca sono animali dolicissimi e commoventi -ha aggiunto la moglie Marina, reduce da una spedizione che l'ifaw ha organizzato nel golfo di san Lorenzo- i piccoli vengono uccisi quando ancora non hanno compiuto due mesi perche' il loro pelo dopo quel periodo si chiazza e non ha piu' un valore di mercato'', spiega donna Marina che confida di essersi ''innamorata di queste bestiole anche perche' assomigliano tanto ai miei carlini''. La moglie dell'ex ministro confessa anche che la sua prima pelliccia e' stata proprio di baby-foca. ''Ma allora -racconta- avevo 18 anni e non sapevo nulla dei sistemi odiosi e crudeli che si usano per realizzare una pelliccia. Oggi invece vorrei dire a tutte le donne italiane di non comprarne. Certo -aggiunge- chi ha una pelliccia non puo' certo buttarla, ma spendere i soldi per comprarne una e' anacronistico''.

(ccr/gs/adnkronos)