DC: BUTTIGLIONE - DENUNCIARE CONTIGUITA' POLITICI-AFFARI
DC: BUTTIGLIONE - DENUNCIARE CONTIGUITA' POLITICI-AFFARI

ROMA, 24 MAR. -(ADNKRONOS)- ''Esistono aree grigie di contiguita' fra politici e affari che i giudici non hanno ancora toccato e sulle quali la Dc farebbe bene a fare luce prima dell'intervento della magistratura''. Il filosofo Rocco Buttiglione, che da ieri e' entrato a far parte della nuova direzione democristiana, parte all'attacco. ''La nomina del nuovo organismo -afferma Buttiglione- e' un altro passo verso il rinnovamento del partito, che mi auguro venga seguito in futuro da altri atti importanti''. Quali? Per il filosofo amico di papa Wojtyla entro una settimana la direzione ''dovra' approvare il 'codice etico' della Dc che prevede l'incompatibilita' fra inquisiti e cariche di partito''.

Una sospensione cautelare necessaria in questo momento -precisa Rocco Buttiglione- ''visto che la classe politica non e' stata in grado di fare pulizia da sola delle mele marce''. Attenzione, pero', avverte l'ex ideologo di Comunione e Liberazione, neo tesserato democristiano: ''Lo stato di indagato non puo' potrarsi a lungo ed e' per questo che occorre creare una corsia preferenziale per i processi ai politici, in modo da avere in fretta sentenze che facciano veramente giustizia''. Buttiglione non esclude tuttavia che il nuovo parlamento, ''per voltare definitivamente pagina'', possa preparare un provvedimento di clemenza. ''Le amnistie alla fine delle guerre sono sempre giuste -ha concluso- ma la battaglia contro Tangentopoli non e' ancora finita''.

Buttiglione definisce ''pretestuose'' le critiche mosse alla composizione della direzione, che sarebbe stata rinnovata solo a meta'. ''Gli ex presidenti del Consiglio e gli ex segretari del partito -spiega- hanno sempre fatto parte della direzione. Chi si stupisce non e' certo ben informato. Come non e' informato chi mi ha aggregato alla sinistra dc: non ho mai avuto la tessera del partito e mai mi era stata notificata questa appartenenza''.

(red/zn/adnkronos)