LEGGE SINDACI: CIAFFI, IL PRIMO PASSO VERSO IL NUOVO
LEGGE SINDACI: CIAFFI, IL PRIMO PASSO VERSO IL NUOVO

Roma, 24 Mar. (Adnkronos) - Tornera' al Senato per il via libera definitivo il disegno di legge che introduce l'elezione diretta dei sindaci. Infatti, la Camera ha modificato oggi il testo di Palazzo Madama abbassando da 20 mila a 15 mila il numero di abitanti dei comuni nei quali si usera' il sistema maggioritario puro. Si tratta pero' di una sola modifica che non dovrebbe ritardare troppo l'approvazione del provvedimento.

Ne e' convinto il relatore della legge alla camera, il presidente della commissione affari costituzionali Adriano Ciaffi che aggiunge: ''ritengo che il quesito referendario venga cosi' superato, in quanto la legge innova profondamente l'ordinamento elettorale vigente introducendo l'elezione diretta del sindaco ed un nuovo rapporto di poteri tra sindaco e consiglio''.

Per Ciaffi si tratta di una legge che ''inizia il nuovo'' e non si limita a ''chiudere la degenerazione partitocratica e proporzionalistica''. L'esponente della Dc ricorda infatti che in sostituzione del sistema plurinominale con 'panachage' che il quesito referendario vuole estendere dai piccoli ai grandi comuni, la legge introduce in 7.300 comuni su 8.000 un vero sistema elettorale maggioritario per liste concorrenti. E che, anche nei rimanenti grandi comuni, si sostituisce al sistema proporzionale un sistema elettorale maggioritario corretto in modo da assicurare al sindaco, eletto in uno o due turni, una maggioranza consiliare.

(POl/bb/adnkronos)