RAIUNO-TG1: RIUNIONE VERTICI - BINDI (RIF. N. 266)
RAIUNO-TG1: RIUNIONE VERTICI - BINDI (RIF. N. 266)

roma, 24 mar. (adnkronos) - la ''debolezza della programmazione preserale della prima rete influisce anche sul tg''. il consigliere di amministrazione della rai, sergio bindi, parla del ''problema di fondo'' (''un vecchio problema'') del cosiddetto ''traino'' al tg1, in merito sia al ''sorpasso'' del tg5 sulla prima testata rai sancito dai dati di ascolto del 22 marzo scorso nell'edizione delle 20, sia alla riunione che si e' svolta ieri sera fra il vice direttore generale giovanni salvi e i direttori di raiuno e tg1, carlo fuscagni e albino longhi.

se non bisogna ''drammatizzare'' il ''sorpasso'', osserva bindi, c'e' comunque la questione del ''traino''. prima dell'edizione delle 20 del tg1, spiega infatti bindi, c'e' un milione e mezzo, al massimo due milioni di telespettatori sintonizzati sui programmi offerti dalla rete. dunque, ''la testata deve recuperare un bel po' di pubblico, mentre il tg5 ha un buon traino con le sue trasmissioni precedenti''.

quanto a ''tg1 sette'', il consigliere di amministrazione si dichiara contrario all'ipotesi di spostare il settimanale di approfondimento della testata dalla prima alla seconda serata. ''anche questo -afferma bindi- e' un vecchio problema, ma un problema generale dell'informazione in tv, che e' inflazionata''. poi, su ''tg1 sette'' in particolare, bindi sottolinea la necessita' di ''vedere cosa c'e' sulle altre emittenti: il venerdi e' una serata forte di show''. spostando ''tg1 sette'' alle 22,30 ''si rischia di mettere in prima serata un altro show o un telefilm, che magari costa di piu', e, poi, non si da' una alternativa ai telespettatori con un programma di informazione, che e' una cosa giusta per un servizio pubblico''. allora, ''facciamo informazione, potenziandola''.

(rgg/BB/ADNKRONOS)