SANITA': CAZZOLA (PSI) - NO ALLE 85 MILA LIRE PER IL MEDICO
SANITA': CAZZOLA (PSI) - NO ALLE 85 MILA LIRE PER IL MEDICO

Roma, 24 mar (adnkronos) - Un numero piu' congruo di bollini gia' nel 1993; la sospensione delle norme relative al ticket d'accesso di 85 mila lire e all'introduzione delle franchigie; soluzioni per l'esenzione di poveri ed indigenti. E per far questo, ritocco contributivo a carico del lavoratore dipendente ed autonomo oltre la fascia dei 40 milioni di reddito con abrogazione del tetto dei 100 milioni. Queste le proposte di giuliano cazzola ex segretario confederale della cgil e neo COMPONENTE DELLA segreteria del psi, in un articolo che comparira' domani sull'''avanti!''.

Secondo cazzola '' il governo deve prendere atto al piu' presto che la manovra sanitaria contenuta nell'art. 6 della legge 438/92 e' sbagliata, finanziariamente improduttiva, inutilmente vessatoria. parliamo - ha spiegato cazzola - delle misure che hanno ridotto il diritto all'assistenza farmaceutica e diagnostica ad un mostruoso labirinto burocratico e che costringeranno tra pochi mesi parecchi milioni di cittadini italiani a pagare per la terza volta, dopo i contributi e le tasse, la peggiore e meno qualificata forma di assistenza sanitaria che il servizio garantisce: quella per la medicina di base''.

(ria/BB/ADNKRONOS)