VIGILANZA URBANA: CGIL, CISL E UIL PER UNA VERTENZA
VIGILANZA URBANA: CGIL, CISL E UIL PER UNA VERTENZA

ROMA, 24 MAR. - (ADNKRONOS) - cgil, cisl e uil degli enti locali, fanno proprio il profondo disagio che esprimono i lavoratori della polizia municipale, ma sono profondamente contrarie ai raduni nazionali previsti per oggi, che puntano a trasformare la natura del loro rapporto di lavoro da quello degli enti locali a quello della polizia, a stravolgere le attuali dipendenze istituzionali di questi lavoratori, a negare i loro diritti contrattuali, sotto la spinta di una rivendicazione salariale.

cgil, cisl e uil invitano i lavoratori della vigilanza urbana a non cedere a lusinghe demagogiche destinate per giunta a non avere sbocchi chiari.

cgi, cisl e uil hanno avanzato alle associazioni degli enti locali, a governo e parlamento, precise rivendicazioni in ordine al ridisegno delle competenze, necessario dopo i provvedimenti governativi (accertamento sulla minimun-tax, accertamenti sanitari, micro-criminalita', ecc.) alle consistenze degli organici degli enti locali, alla formazione, al rispetto e alla salvaguardia della salute messa in pericolo dai fenomeni di inquinamento nelle citta', e alle necessarie misure previdenziali previste dalle leggi vigenti. Se su tali schemi non ci saranno risposte adeguate la categoria sara' chiamata alla mobilitazione.

(com/as/adnkronos)