EX JUGOSLAVIA: L'AMBASCIATORE RUSSO A BILECE
EX JUGOSLAVIA: L'AMBASCIATORE RUSSO A BILECE

Belgrado, 2 apr (adnkronos) - Grande sorpresa e molti quesiti ha provocato la partecipazione dell'ambasciatore russo Genadij Siskin alla sessione del parlamento dei serbi bosniaci, che si e' riunito stamane nella cittadina di Bilece, controllata dai serbi e situata in Erzegovina, per decidere se autorizzare il leader serbo bosniaco Radovan Karadzic a firmare la mappa per la suddivisione della Bosnia Erzegovina o respingerlo definitivamente. Una decisione della massima importanza, e la cui posta in gioco e' in sostanza la scelta tra la guerra e la pace. Il parlamento probabilmente lavorera' due giorni. Al termine prendera' la parola anche l'inviato di Mosca, il viceministro per gli esteri Vitalij Curkin, che da alcuni giorni si trova nlla federazione serbomontenegrina e che ha avuto un lungo colloquio con Radovan Karadzic.

Mosca ha suggerito ai serbi di firmare il documento dei due comediatori, Cyrus Vance e Lord Owen, per le parti che non presentino alcun problema relativo ai corridoi, e di iniziare subito le trattative con le altre due etnie bosniache sulle questioni per le quali non esiste ancora alcun accordo, in modo da arrivare ad una soluzione politica attraverso una via pacifica. Ciurkin tentera' dunque di convincere i deputati ad accettare il documento Vance-Owen.

Commentando la presenza dell'ambasciatore russo, il leader serbo Karadzic ha interpretato la sua partecipazione come ''un importante avvenimento, che indica quanto la Russia e' tornata nella grande politica mondiale ed anche ai suoi interessi nei Balcani''.

(nsp/zn/Adnkronos)