WOODY ALLEN: LA PSICHIATRA LO AIUTA
WOODY ALLEN: LA PSICHIATRA LO AIUTA

NEW YORK, 2 apr - (adnkronos) - Dopo la sfuriata di accuse su tutti i fronti della deposizione di Mia Farrow, Woody Allen ha messo a segno un colpo a suo favore con la testimonianza della dottoressa Nancy Schultz, la psichiatra che ebbe in cura la piccola Dylan Allen Farrow dal marzo del 1991 fino al giorno in cui, nell'agosto del 1992, fu licenziata in tronco da Mia Farrow, in occasione delle accuse a Woody Allen di molestie sessuali nei confronti della bambina adottiva. La dottoressa Shultz ha tracciato un quadro della psiche della bimba di sette anni che potrebbe risultare piuttosto importante nell'economia della causa civile che e' diventata ormai una dolorosissima telenovela: la piccola adora le fiabe come ''il fagiolo magico'' ed e' terrorizzata dal campanello della porta, adora sentirsi leggere le storie e le fiabe da Woody Allen e ha paura della toilette, idolatra Bambi al punto da girare a quattro zampe nuda per casa gridando ''Io sono Bambi'', e a tratti si isola completamente dalla realta' circostante, al punto da far temere talvolta ai suoi genitori che possa essere schizofrenica. Una bambina enigmatica, sognatrice, ''che vive in un suo mondo fantastico''.

''Lavorai duramente per cercare di aiutarla a sviluppare la capacita' di ottenere un solido e continuo senso di rapporto con una persona, a sviluppare fiducia e un senso della realta'', ha spiegato ancora la dottoressa Schultz la cui testimonianza aiutera' sicuramente la tesi della difesa secondo cui Dylan e' stata completamente circuita da Mia Farrow nella costruzione delle accuse di molestie sessuali contro il padre, immortalate in un videotape girato dalla stessa Mia. (segue)

(cab/gs/adnkronos)