IVA: INTERROGAZIONE METRI (LEGA NORD) SU DISSERVIZI RISCOSSIONE
IVA: INTERROGAZIONE METRI (LEGA NORD) SU DISSERVIZI RISCOSSIONE

Roma, 5 apr. (adnkronos) - I ''disservizi e le disfunzioni verificatisi'' nella riscossione dell'iva, eseguita da diversi istituti di credito per conto delle finanze, vengono denunciati dal deputato della lega nord corrado metri in una interrogazione al ministro delle finanze.

''Secondo la procedura consolidata il denaro riscosso -rileva metri- viene versato agli uffici Iva entro 5 giorni dall'incasso e le banche in un secondo tempo consegnano i nastri magnetici con la registrazione delle riscossioni effettuate. Ma secondo quanto denuncia il parlamentare non solo ''i centri elaborazione dati degli uffici Iva non riescono in molti casi a decodificare i nastri (forse perche' tentano di farlo dopo 2-3 anni) ma per molti casi relativi agli anni '89 e '90 - di cui Metri segnala quelli verificatisi nella zona di Bologna - il centro informativo tasse non si e' rivolto alle banche per avere copia dei nastri non leggibili, bensi' ha spedito direttamente ai contribuenti una richiesta di versamento dell'imposta che non risulta versata oppure di presentazione agli uffici Iva della documentazione attestante l'avvenuto pagamento. Pere di piu' per la richiesta e' stata utilizzata la normale corrispondenza e non una notifica a mezzo raccomandata''.

Metri, sollecitando una sanatoria della situazione esistente, sottolinea come allo stato attuale essa ''comporta un disagio per i contribuenti che hanno gia' assolto al loro dovere versando l'imposta nei tempi dovuti, pone in una situazione imbarazzante i consulenti ai quali i contribuenti si sono rivolti e verso i quali gli stessi possono nutrire il sospetto che non abbiano versato per conto loro l'imposta Iva, mette in cattiva luce le banche e sattrici, prevede ulteriori adempimenti burocratici e comporta un carico di lavoro aggiuntivo per tutti i soggetti interessati''.

(red/gs/adnkronos)