TANGENTI: FUMAGALLI (2)- 5 'SI', 3 'NO', E UN 'BOH'
TANGENTI: FUMAGALLI (2)- 5 'SI', 3 'NO', E UN 'BOH'

(adnkronos) - Prima tappa di qusto cammino, i referendum. Il 18 aprile i giovani imprenditori voteranno con cinque ''si'' (alla riforma elettorale in senso maggioritario, all'abolizione del finanziamento pubblico dei partiti, all'abolizione del ministero PP.SS. e del mezzogiorno, e delle nomine politiche nelle banche). Sara' invece ''No'' all'abolizione del ministero dell'agricoltura e del Turismo, e ''no'' alla sottrazione delle competenze ambientali alle USL. Sulla droga, invece, ognuno si regolera' personalmente.

Subito dopo il referendum, ''a cui bisogna arrivare con questo governo'', ha detto Fumagalli, di deve mettere subito mano al ''ricambio completo di questa classe politica''. ''Con questo o un altro governo poco importa - ha aggiunto - si deve varare immediatamente una nuova legge elettorale coerente con il risultato elettorale. Con la nuova legge si vada poi alla elezioni e si formi un nuovo governo. Soltanto allora si potranno affrontare i nodi strutturali del sistema e Italia e le numerose emergenze economiche. E soltanto un nuovo parlamento e un nuovo governo sara' legittimato a studiare una via d'uscita politica a Tangentopoli''.

Dunque avanti cosi', con nervi saldi diffidando di chi grida al complotto o paventa colpi di stato imminenti. ''Sarebbero dichiarazioni comiche se non finissero col diventare tragiche - ha detto Fumagalli - Noi non crediamo a questi allarmi, pensiamo che chi gioca col fuoco cerca in realta' un alibi per restaurare il vecchio sistema. Ci preoccupano di piu' le dichiarazioni di Andreotti che dice di temere i giudici di 'Mani Pulite'. Noi invece abbiamo paura di chi ammette, come lui ha fatto, che tra mafia e politica c'era un rapporto di tacita convivenza''.

(maz/gs/adnkronos)