TIRRENA: DOMANI ASSEMBLEA - DELLA VALLE ILLUSTRA SALVATAGGIO
TIRRENA: DOMANI ASSEMBLEA - DELLA VALLE ILLUSTRA SALVATAGGIO

Roma 5 apr. - (adnkronos) - la tirrena potrebbe evitare in extremis la liquidazione coatta: alla vigilia dell'assemblea straordinaria che si terra' domani con all'ordine del giorno l'azzeramento del capitale e la sua ricostituzione dopo la copertura dei debiti ad opera di nuovi soci, renato della valle, che guida il nuovo tentativo, illustra in una intervista alla adnkronos il suo progetto di salvataggio e si dice fiducioso della positiva accoglienza da parte dei tre commissari e dell'isvap.

''il piano predisposto -spiega della valle- prevede il ripianamento delle perdite e del capitale sociale con l'apporto di 560 miliardi di immobili piu' 90 miliardi di soldi liquidi apportati da agenti e dipendenti della compagnia e da nuovi soci. entro il '93 si procedera' poi alla ricapitalizzazione di 156 miliardi come chiesto dall'isvap. il piano - aggiunge della valle - prevede anche il ricorso al fondo del conto consortile come previsto dalla legge di salvataggio delle compagnie commissariate per almeno 6 mesi o per un anno''.

ma la tirrena, come ha rilevato l'isvap, ha bisogno di un apporto di liquidita' maggiore, mentre il conferimento di immobili da voi proposto, anche se sufficiente a ripianare le perdite, non risolve il problema della liquidita'. ''dai conti fatti -risponde della valle- il liquido raccolto e' sufficiente. col piano predisposto la compagnia e' salvabile. noi siamo convinti che il piano vada bene. pero' l'ultima parola spetta ai tre commssari e all'isvap''. (segue)

(ric/as/adnkronos)