ELEZIONI: TORINO - LA CORSA PER IL SINDACO
ELEZIONI: TORINO - LA CORSA PER IL SINDACO

Torino, 5 apr. (Adnkronos) - I partiti torinersi sono alla ricerca di candidati per le elezioni amministrative del 6 giugno ma a due mesi dal voto non escono nomi certi per la carica di primo cittadino. Per ora l'unico candidato sicuro e' Diego Novelli l'ex sindaco comunista della citta', che il 6 giugno si presentera' in lista con la ''rete''. Su novelli potrebbero convergere anche i voti di rifondazione comunista.

Cerca alleanze anche il pds che in vista del 6 giugno ha iniziato incontri con le forze dello schieramento progressista in citta', in particolare, con ''alleanza democratica''. Alla quercia cercano nomi ''non di stretto schieramento'', in grado di far convergere su di loro anche i voti dello schieramento cattolico. TRa i possibili candidati primeggiano il docente universitario valentino castellari e il sindacalista Bruno Manghi, ma, dicono alla quercia, proporremo altri nomi il 18 aprile (la stessa data per rendere noti i candidati e' stata scelta dai popolari per la riforma di Mario segni).

Favorevole ad una strategia comune a sinistra anche il psi che in vista delle amministrative ha avviato incontri con pds, pri e verdi. Lo scudo crociato che il 24 aprile terra' il suo congresso cittadino, punta sul parlamentare Rossi di Montelera e sull'ex vice sindaco Franco Pizzetti mentre il ''gruppo dei 70'' (gia' firmatario di una lettera a Martinazzoli in cui chiedeva una dc ''piu' pulita'') vuole aspettare il congresso cittadino prima di fare nomi. ''Prima discutiamo dei contenuti poi sugli uomini'' dicono i 70. (Segue)

(bdp/gs/adnkronos)