REFERENDUM: COMM. VIGILANZA RAI REPLICA A PANNELLA E SEGNI
REFERENDUM: COMM. VIGILANZA RAI REPLICA A PANNELLA E SEGNI

ROMA, 5 APR. (ADNKRONOS) - Il presidente della Commissione parlamentare per i servizi radiotelevisivi, Luciano Radi, e il presidente della sottocommissione tribune politiche, Michele Lauria, anche a nome dell'ufficio di presidenza, hanno diffuso una nota sulla programmazione in corso delle tribune del referendum in risposta alla protesta degli onorevoli Marco Pannella e Mario Segni.

''1) Secondo la legge che disciplina i referendum, unico riferimento normativo in materia, hanno diritto alla propaganda con mezzi pubblici i partiti rappresentati in Parlamento e i comitati promotori equiparati ai primi; non si possono quindi escludere i partiti da nessuna formula di trasmissione, cosi' come non si escludono i comitati promotori che la norma di riferimento considera alla stessa stregua dei partiti''.

''2) La programmazione delle tribune e' stata decisa unanimente dalla commissione, la quale si e' ispirata al criterio oggettivo sopra richiamato; peraltro la commissione non ha mancato di accogliere largamente le proposte di modifica avanzate dall'onorevole Pannella nei riguardi della originaria formulazione del calendario dell'ufficio di presidenza allargato; occorre a tale riguardo osservare che lo stesso onorevole Pannella era assente quando si e' trattato di votare tali modifiche''. (segue)

(Red/gs/adnkronos)