REFERENDUM: SEGNI - SE VINCE IL NO BISOGNA AVERE PAURA
REFERENDUM: SEGNI - SE VINCE IL NO BISOGNA AVERE PAURA

Roma, 5 Apr. (Adnkronos) - ''Se vince il no c'e' da aver paura, ne sono convinto''. Mario Segni risponde cosi' ad un cronista straniero nel corso della trasmissione di Gianfranco Funari ''zona franca'' che gli domanda se l'esito della campagna referendaria abbia conseguenze nella lotta alla mafia e nella possibilita' di secessione in Italia. Segni dipinge, infatti, foschi scenari sociali e legislativi in caso di vittoria del no. ''Avremo un parlamento polacco -dice- e caotico. Chi realizzera' piu' un cambiamento in Italia: non questi partiti, non questo parlamento, ne' il prossimo. Il cambiamento lo fanno solo i cittadini. E come ha detto Scalfaro il parlamento, dopo il referendum, e' un notaio nelle mani della gente''.

Segni riconosce comunque che non puo' essere da sola la vittoria referendaria del si' la panacea di tutti i mali e soprattutto la risposta alla mafia ed alla crisi economica. ''Se vince il si' -afferma- avremo comunque istituzioni e stato piu' forti in grado di combattere la mafia e governi all'altezza di cominciare ad affrontare e dare risposte alla crisi occupazionale, della sanita' e della lira. Scompariranno cioe' -continua- i governi guidati da quei personaggi che aggravavano la crisi dicendo 'la nave va', ma dimenticando di completare la frase con 'la nave va a fondo'.

Segni conferma, infine, di essere pronto a lasciare la politica in caso di sconfitta il 19 aprile e di essere pronto ad una nuova formazione politica, invece in caso di vittoria. ''Se vincera' il no dovrei trarre la conseguenza di una strada bocciata dagli elettori: e' questo un mio dovere prima che un mio diritto. Se invece vincera' il si' e' un mio impegno costruire qualcosa di nuovo del quale non faranno parte i pezzi del vecchio che ci sono nella Dc, nel Psi e nel Psdi e che si pronunciano per il si' ma difendono il no. Non dubito, pero', di Martinazzoli che e' persona sincera e onesta e dice si' perche' vota si'''.

(Tor/gs/adnkronos)