CALCIO: CASO CANIGGIA - CAMPANA (AIC)
CALCIO: CASO CANIGGIA - CAMPANA (AIC)

MILANO, 5 APR. (ADNKRONOS) - ''CERTE NOTIZIE NON DOVREBBERO USCIRE PRIMA DI UN VERDETTO SICURO, NESSUNO DEVE ESSERE CONDANANTO PRIMA DI UN VERDETTO FINALE''. SERGIO CAMPANA, PRESIDENTE DELL'ASSOCIAZIONE CALCIATORI, INTERVIENE COSI' SUL CASO DEL GIOCATORE ROMANISTA CANIGGIA, AL CENTRO DI UN GIALLO NON ANCORA RISOLTO, SU UN SUO PRESUNTO RISULTATO POSITIVO AL TEST ANTIDOPING ESEGUITO AL TERMINE DELLA PARTITA ROMA-NAPOLI DEL 21 MARZO SCORSO.

''CANIGGIA E' UN NOSTRO ASSOCIATO -HA PRECISATO CAMPANA A MARGINE DI UNA CONFERENZA STAMPA OGGI A MILANO- ED ANCHE PER QUESTO SEGUIAMO ATTENTAMENTE IL CASO. COMUNQUE SIAMO SEMPRE PER L'APPLICAZIONE DEI REGOLAMENTI''.

(ROS/RDA/ADNKRONOS)