ASSEDIO: CIBO PER OSTAGGI A LUCASVILLE
ASSEDIO: CIBO PER OSTAGGI A LUCASVILLE

LUCASVILLE, Ohio, 15 apr. (adnkronos) - Centinaia di detenuti, in rivolta da domenica mattina nel carcere di Lucasville, il Southern Ohio Correctional Facility, hanno ricevuto acqua e cibo per la prima volta in quattro giorni, insieme alle medicine per due delle otto guardie carcerarie che tengono in ostaggio dall'inizio della sanguinosa ribellione nel braccio ''L'', costatata la vita, finora, a non meno sette persone. All'interno le forze di sicurezza, che nel frattempo hanno ricevuto rinforzi da 500 uomini della guardia nazionale, hanno ricevuto pane, formaggio, peanut butter, prosciutto, frutta e un barile diacqua potabile per 458 persone, a quanto ha comunicato con dovizia di particolari la portavoce del dipartimento istituti di pena dell'Ohio Sharron Kornegay. I rivoltosi erano senza cibo, acqua corrente e luce dall'inizio della sollevazione, subito dopo il lauto pasto della domenica di Pasqua, ma a dispetto delle loro minacce di uccidere uno a uno le guardie carcerarie, tutti gli ostaggi stanno bene: le autorita' hanno potuto parlare con loro e sono state rassicurate direttamente.

Non e' ancora chiaro che cosa abbia scatenato la ribellione, nata da una furiosa rissa fra detenuti intorno alle tre del pomeriggio di domenica. I corpi dei detenuti morti sono stati trovati uno dopo l'altro a partire da lunedi', l'ultimo ieri notte. Ma i disordini, che hanno provocato anche il ferimento di 19 guardie carcerarie, potrebbero essere scaturiti dai soliti motivi: sovraffollamento e violenza. (segue)

(cab/gs/adnkronos)