BANCO S. MARCO: DIVIDENDO A 260 LIRE
BANCO S. MARCO: DIVIDENDO A 260 LIRE

Venezia, 22 Apr. - (Adnkronos) - Il banco san marco (gruppo credit Lyonnais) ha chiuso il '92 con un reddito operativo di 42,8 mld (+20,5 p.c. rispetto al'91). L'utile lordo prima delle imposte ammonta a 22,8 mld (+21,5 p.c.), mentre quello netto registra un incremento del 4 p.c. e si attesta a 10,8 mld. Fatti i consueti accantonamenti prudenziali, il dividendo unitario per le azioni ordinarie e' stato confermato a 260 lire, per un monte dividendi di 5,2 mld; il patrimonio sociale ha raggiunto il 94,6 mld (+4,9 p.c.). Sono questi i dati piu' significativi del bilancio approvato dall'assemblea su proposta del presidente Giuseppe Franchi, che registra una raccolta globale dalla clientela di 1519,2 mld contro i 1405 del '91 (+8,1 p.c.).

In particolare la raccolta diretta da clientela si e' attestata su 735,1 mld (+5,9), mentre quella indiretta ha raggiunto i 784,1 mld (+10,2 p.c.). I crediti complessivi sono stati pari a 643 mld (+8,5 p.c.), ma il rapporto tra sofferenze ed impieghi non ha superato il 4,8 p.c., mantenendosi quindi decisamente al di sotto della media nazionale.

Un trend complessivamente positivo che sembra continuare anche nei primi mesi del '93 -ha sottolineato il presidente del Banco San Marco- secondo i primi dati su base mensile, il primo trimestre dell'anno ha fatto registrare un ulteriore miglioramento di posizioni per la raccolta ed un sostanziale mantenimento degli impieghi economici.

Al termine l'assemblea ha nominato il nuovo consiglio di amministrazione: Pietro Luigi Draghi (presidente), Tanchredi Bianchi (vicepresidente), Ludovico Marco Benvenuti, Marino Jovon, Claude Parlange, Mario Ratti, Bernard Thiolon e Cesare Zonca, consiglieri.

(Dac/ZN/ADNKRONOS)