IMPRESE: CERVED - SI ATTENUA LA MORTALITA'
IMPRESE: CERVED - SI ATTENUA LA MORTALITA'

Roma, 22 apr -(adnkronos)- Tende ad attenuarsi la mortalita' delle imprese nel primo trimestre del '93. Anche se per ogni nuova impresa che si e' iscritta alle Camere di Commercio due se ne sono cancellate, la dinamica negativa tende a rallentare. Infatti, secondo la rilevazione straordinaria compiuta dal Cerved, il centro informatico della Unioncamere, nei primi tre mesi del '93 sono state chiuse 154.411 ditte e ne sono nato 80.750, con un saldo anagrafico negativo di 73.611 unita'.

Ma attenzione, fa notare la Cerved, dall'analisi risulta che l'83,3 per cento (cioe' 137.826) delle ditte che sono state cancellate dagli archivi camerali nel primo trimestre '93, avevano sospeso la propria attivita' economica prima del gennaio di quest'anno. ''Quindi -ha detto Danilo Longhi presidente di Unioncamere- l'ondata delle cancellazioni, che in termini amministrativi oggi risulta evidente, e' quasi completamente da attribuirsi alla fine del 1992, mentre le nuove iscrizioni crescono al ritmo di 900 unita' al giorno''.

Anche la realta' imprenditoriale del Mezzogiorno trasmette segnali meno negativi di quanto potrebbe apparire a prima vista. Nel primo trimestre l'ondata delle cancellazioni non solo e' stata meno violenta ma, ha rilevato il Cerved, e' stato possibile verificare anche una dinamica meno vivace delle cessazioni e delle iscrizioni, segno di maggior tranquillita' imprenditoriale.

Molto bene stanno andando anche le societa' di capitali, il cui tasso di natalita' e' ormai doppio rispetto a quello di mortalita', fatto che per il cerved testimonia un concreto irrobustimento del tessuto imprenditoriale. ''Credo di poter dire -ha concluso LOnghi- che se non interverrano fattori oggi imprevedibili, il lieve deficit delle imprese che oggi stiamo registrando, sara' in buona parte riassorbito nel corso dell'anno''.

(maz/zn/adnkronos)