GOVERNO: PRI, NON FREDDEZZA MA CAUTELA (2)
GOVERNO: PRI, NON FREDDEZZA MA CAUTELA (2)

(ADNKRONOS) - UN PUNTO, QUELLO DELLA LEGGE ELETTORALE, DI IMPORTANZA FONDAMENTALE PER I REPUBBLICANI CHE FINO A IERI, NON A CASO, INSISTEVANO PERCHE' L'INCARICO DI FORMARE IL GOVERNO FOSSE AFFIDATO A SEGNI. ''IL PROBLEMA ITALIANO - PRECISA OGGI BOGI - NON SI RISOLVE PIU' SOLO CON L'ATTUAZIONE DELL'ART. 92 DELLA COSTITUZIONE, PER ANNI RICHIESTA DAI REPUBBLICANI QUANDO LA PROPORZIONALE ERA E RESTAVA L'ORIZZONTE DELLA REPUBBLICA. OGGI L'ESITO DEI REFERENDUM PRETENDE DI NON DIMENTICARE CHE LA LEGGE ELETTORALE E' L'ALTRO GRANDE CAMBIAMENTO DA ASSICURARE AL PIU' PRESTO E SU CUI INCARDINARE L'ADEGUAMENTO DELL'ISTITUTO-GOVERNO CHE SI RENDERA' NECESSARIO E DI CUI IL GOVERNO CIAMPI E' IL PRIMO PASSO INDISPENSABILE''.

NON E' ESCLUSO CHE CIAMPI, FACENDOSI FORTE DELL'ARTICOLO 92 DELLA COSTITUZIONE, DECIDA DI INSERIRRE NELLA SUA LISTA DEI MINISTRI ANCHE ESPONENTI VICINI AL PRI. IL TAM TAM DI MONTECITORIO FA I NOMI DI ANTONIO MACCANICO (CHE E' ANDATO DA CIAMPI), ANDREA MANZELLA E GIUSEPPE AYALA FORSE ALLA GIUSTIZIA. ''TUTTO DIPENDERA' DA CIAMPI - SI 'CHIAMANO FUORI' A PIAZZA DEI CAPRETTARI - E' LUI CHE SCEGLIE I SUOI UOMINI. QUESTA VOLTA I PARTITI NON DOVREBBERO CONTRATTARE NULLA E COMUNQUE NOI NON LO FAREMO DAVVERO''.

SE POI ENTRASSERO NELL'ESECUTIVO PARLAMENTARI REPUBBLICANI E' PROBABILE CHE SI ACCENTUEREBBE IL SUO CARATTERE DI ''GOVERNO DEI TECNICI'' SVINCOLATO DAI PARTITI: BEN DIFFICILEMNTE INFATTI I REPUBBLICANI CHIAMATI NON APPLICHEREBBERO LA REGOLA DELL'INCOMPATIBILITA' TRA INCARICO MINISTERIALE E MANDATO PARLAMENTARE. SEBBENE NON SIA STATA SCRITTA NELLO STATUTO, IL PRI INFATTI, DA ANNI SI BATTE PROPRIO PER SANCIRE QUESTO PRINCIPIO.

(COR/GS/ADNKRONOS)