ELEZIONI MILANO: ARTIOLI SU CANDIDATURA PSI
ELEZIONI MILANO: ARTIOLI SU CANDIDATURA PSI

MILANO, 6 MAG. -(ADNKRONOS)- ''HO MANDATO UNA LETTERA DI DIFFIDA ALLA FEDERAZIONE DI MILANO DAL RACCOGLIERE LE FIRME CON IL MIO NOME TRA I CANDIDATI. NON HO MAI FIRMATO L'ACCETTAZIONE DELLA CANDIDATURA. ANCHE NEL CASO DI DIVORZIO DA BORGHINI ORMAI NON CI SONO LE CONDIZIONI POLITICHE PERCHE' IO MI CANDIDI. AVEVO CHIESTO DI AVERE LA RESPONSABILITA' POLITICA DELLA FEDERAZIONE MA GLI ATTUALI VERTICI HANNO RITENUTO DI RESTARE, POTREBBERO CANDIDARSI LORO''. COSI' IL NEO SOTTOSEGRETARIO SOCIALISTA ALL'INDUSTRIA, ROSSELLA ARTIOLI, HA COMMENTATO LA SITUAZIONE ALL'INTERNO DEL PSI MILANESE IN VISTA DELLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE DEL 6 GIUGNO.

DOPO I 'LITIGI' CON IL 'CANDIDATO SINDACO' PIERO BORGHINI ORA ANCHE IL POTENZIALE CAPOLISTA ROSSELLA ARTIOLI, DOPO CHE GLI E' STATA NEGATA LA POSSIBILITA' DI DIVENTARE COMMISSARIO DELLA FEDERAZIONE, NON RITIENE DUNQUE DI PRESENTARSI CON IL GAROFANO. NEL TESTO INDIRIZZATO DALLA ARTIOLI AI VERTICI DEL PSI MILANESE SI LEGGE: ''DIFFIDOVI DAL RACCOGLIERE FIRME AT FAVORE LISTA PSI -CANDIDATO SINDACO BORGHINI CON MIO NOME PARTECIPE E CAPOLISTA. DIFFIDOVI ALTRESI' AD ESCLUDERE TEMPESTIVAMENTE CON MENZIONE A CHI HA GIA' FIRMATO MIO NOMINATIVO NON ESSENDOVI PERALTRO MAI STATA ADESIONE ALLA LISTA''.

(NSP/zn/ADNKRONOS)