ELEZIONI TORINO: I PROGRAMMI DELLA LEGA
ELEZIONI TORINO: I PROGRAMMI DELLA LEGA

Torino, 6 Mag. (Adnkronos) - Un forte impulso al piano regolatore cittadino rivedendo pero' il progetto della vecchia amministrazione, la privatizzazione delle aziende municipalizzate, una ''spinta'' al progetto di metropolitana integrato con la costruzione di nuovi parcheggi, una ''deregulation'' per gli orari degli uffici commerciali cittadini: sono questi gli obiettivi prioritari indicati da Domenico Comino, 39 anni, agronomo cuneese, aspirante sindaco di Torino su proposta della Lega Nord.

Leghista ''doc'', una vaga somiglianza con Schwarzenegger (che, sostiene Bossi, dovrebbe piacere all'elettorato femminile) il candidato del Carroccio che un originale classifica dei bookmakers sportivi londinesi situa al secondo posto tra i favoriti alla carica, non ha esitazioni: non teme la concorrenza degli altri candidati e dice: ''non ne sceglierei nessuno come viCEsindaco perche' appartengono chi piu' chi meno alla vecchia nomenklatura''.

Comino non teme neanche la polemica dElla commissione nazionale pari opportunita' che chiede che almeno il 30 per cento delle donne sia rappresentato nelle liste: ''abbiamo tutte le carte in regola'', dice il candidato del Carroccio. Un po' meno compassato si manifesta dopo una domanda su una sua presunta militanza in Gladio: ''e' una cosa che aveva tirato fuori un giornalista senza nessun riscontro. E' una boutade, l'unica esperienza militare l'ho avuta quando ho fatto l'ufficiale nel 99/mo alpini''.

(Bdp/BB/Adnkronos)