GOVERNO: DAL PSI, UN SI' 'CONDIZIONATO' DOPO I 'MALUMORI' (3)
GOVERNO: DAL PSI, UN SI' 'CONDIZIONATO' DOPO I 'MALUMORI' (3)

(ADNKRONOS)- INTINI TORNA A PROPORRE UN REFERENDUM PER CHIEDERE AI CITTADINI ''SE VOGLIONO ELEGGERE O NO IL CAPO DELLO STATO''. E NON NE NASCONDE IL CARATTERE 'PROPOSITIVO'. ''SECONDO MARIO SEGNI -DICE- IL REFERENDUM DEL 18 APRILE E' STATO 'ULTRAPROPOSITIVO' PERCHE' ORA COSTRINGEREBBE IL PARLAMENTO A FARE LA LEGGE COME VUOLE LUI. QUINDI, SE CON UN TRUCCO SI SOSTIENE CHE UN REFERENDUM CHE ERA ABROGATIVO E' DIVENTATO ADDIRITTURA 'LEGIFERANTE', SENZA TRUCCO SI PUO' CHIEDERE AI CITTADINI DI ESPRIMERSI SULL'ELEZIONE DEL CAPO DELLO STATO''. UNA SCELTA INTORNO ALLA QUALE, SECONDO L'EX PORTAVOCE DELLA SEGRETERIA DI VIA DEL CORSO, ''SI POSSONO AGGREGARE MOLTE FORZE''.

UN INVITO A NON DRAMMATIZZARE IL 'MUGUGNO' SOCIALISTA SULLA FIDUCIA VIENE DA VALDO SPINI. ''LE DIFFICOLTA' DI QUESTO GOVERNO -SPIEGA INFATTI- SONO DEL PDS CHE NON SA COME SPIEGARE PERCHE' NON C'E', DEL PRI CHE TEME CHE CIAMPI GLI PORTI VIA I VOTI DEI SETTORI PRODUTTIVI, DELLA LEGA CHE MANTIENE UNA POSIZIONE AMBIGUA. NON CREDO SIA SAGGIO AGGIUNGERE I 'MALUMORI' DEI SOCIALISTI. DISPARERI SONO SEMPRE POSSIBILI, MA IL DOCUMENTO DELLA SEGRETERIA VA BENISSIMO. IO LO CONDIVIDO''.

STASERA, LA POSIZONE DEL PSI SARA' ILLUSTRATA IN AULA DAL VICE PRESIDENTE DELLA CAMERA SILVANO LABRIOLA, DOMANI INTERVERRA' NEL DIBATTITO ANCHE UMBERTO DEL BASSO DE CARO. MENTRE GIUSI LA GANGA FARA' LA DICHIARAZIONE DI VOTO.

(PNZ/BB/ADNKRONOS)