ELEZIONI MILANO: PROSPERINI (LEGA NUOVA) - MAI CON BOSSI
ELEZIONI MILANO: PROSPERINI (LEGA NUOVA) - MAI CON BOSSI

MILANO, 8 MAG. -(ADNKRONOS)- PENSA DI REALIZZARE IL 5,6 P.C. DI CONSENSI LA ''LEGA ALPINA LUMBARDA'' APPARTENENTE ALLA ''LEGA NUOVA'' CHE PRESENTA COME CANDIDATO ALLA POLTRONA DI SINDACO PIER GIANNI PROSPERINI, GIA' ASSESSORE ALLA SANITA' E TRANSFUGo DELLA ''LEGA'' DI BOSSI. NEL PRESENTARE IL PROGRAMMA AMMINISTRATIVO, STAMANE A MILANO, PROSPERINI CHE IN SENO ALLA LEGA LOMBARDA NORD EBBE L'INCARICO DI CONSIGLIERE COMUNALE, ACCENNA A FAR CESSARE I DISSIDI APERTI CON IL PARTITO DI BOSSI.

PERSINO LA CANDIDATURA A SINDACO DELLA SORELLA DEL LEADER DELLA LEGA, ANGELA BOSSI, NELLA LISTA ''LEGA PER L'AUTONOMIA-ALLEANZA LOMBARDA'' ALTRO NON SAREBBE, A GIUDIZIO DI PROSPERINI, CHE UNA MACCHINAZIONE DELLA 'FAMIGLIA BOSSI' PER PORTARE VIA VOTI ALLA LEGA NUOVA. SOSPETTO, QUESTO, CHE HA DI PER SE' DEL CLAMOROSO SE SI PENSA CHE I DUE FRATELLI, ANGELA E UMBERTO, NOTORIAMENTE NON SI PARLANO PIU' DA LUNGO TEMPO.

COME PIER GIANNI PROSPERINI, CHE HA RACCOLTO BEN 4500 FIRME PER PRESENTARE LA SUA LISTA, PENSA DI RECUPERARE IL 5-6 P.C. DEI CONSENSI? IN PRIMO LUOGO IPOTIZZA TALI CIFRE SULLA BASE DELL'ESPERIENZA DELLE COMUNALI DI MANTOVA, MONZA E VARESE E IN sECONDO LUOGO, PENSA DI FAR LEVA SUGLI ELETTORI GRAZIE AI CONTENUTI DEL PROGRAMMA. QUESTI I punti PRINCIPALI: CONTENIMENTO DELL'IMMIGRAZIONE, ALLONTANAMENTO DEI NOMaDI DAL TERRITORIO COMUNALE; PENE SEVERE PER USO E DETENZIONE DI DROGA; PRIVATIZZAZIONE DELLE SOCIETA' COMUNALI IN PERDITA.

ANCHE A PROPOSITO DELLE POSSIBILI ALLEANZE NEL CONSIgLIO COMUNALE CHE USCIRA' DALLE ELEZIONI DI GIUGNO IL ''NO'' PIU' DECISO DI PROSPERINI E' QUELLO RISERVATO ALLA LEGA LOMBARDA-LEGA NORD. NON CHE LE ALTRE COALIZIONI E GLI ALTRI CANDIDATI TROVINO PIU' BENEVOLENZA IN SENO ALLA LEGA ALPINA LUMBARDA: A PARTE FORMENTINI (''IN SE' E' UNA BRAVA PERSONA MA PURTROPPO E' IL PORTAVOCE DI BOSSI'') E DALLA CHIESA (''STIMABILE PERSONA IN SE' MA GUAI AI SUOI SOSTENITORI'') PROSPERINI LAMENTA SOPRATTUTTO LA CARENZA DI BUONE CANDIDATURE NELL'AREA CATTOLICA: ''C'ERANO DUE PERSONE ECCELLENTI COME LOCATELLI E MORATTI -HA OSSERVATO- MA PURTROPPO LA DC HA DETTO NO''.

(PLU/LR/ADNKRONOS)