GOVERNO: BENVENUTO - LE ASTENSIONI SONO UN APPOGGIO
GOVERNO: BENVENUTO - LE ASTENSIONI SONO UN APPOGGIO

Roma, 8 mag. -(adnkronos)- ''Sul voto di fiducia il fronte del si' non si e' disgregato. C'e' chi ha votato a favore e chi si e' astenuto: ma l'astensione, tradotta in politica significa appoggio''. Giorgio Benvenuto, concludendo a Ferrara i lavori della conferenza programmatica provinciale del psi, ha interpretato favorevolmente il voto di ieri alla camera riconfermando la propria convinzione che ''il governo di Carlo Azeglio Ciampi non puo' essere a termine''.

Benvenuto ha ricordato la pari dignita' e importanza delle tre emergenze che il governo si e' impegnato ad affrontare: la riforma, la legge finanziaria, gli interventi di risanamento economico, fiscale e di tutela dell'occupazione. Sul futuro del Psi, il segretario ha confermato che non puo' esservi da parte di alcuno una prospettiva di ''annessione'' del Psi. ''Nessun partito -dice Benvenuto- puo' definirsi autosufficiente'' ma, rivolto direttamente a Marco Pannella e Achille Occhetto aggiunge: ''non fatevi prendere dall'ubriacatura dei sondaggi. Sarebbe un gravissimo errore pensare ad una annessione del Psi. In matematica uno piu' uno fa sempre due, in politica uno piu' uno non fa mai due''.

Per Benvenuto, dunque, resta la prospettiva di un polo progressista, che non sia limitato ai tre partiti iscritti all'internazionale socialista, ma che deve invece ''stendersi a tutta la sinistra laica, agli ambientalisti, ai federalisti europei, senza trascurare quel vasto arcipelago di ispirazione cattolica che certo non puo' collocarsi nell'area conservatrice''.

(pol/pan/adnkronos)