GOVERNO: SPADOLINI - SUBITO RIFORMA ELETTORALE
GOVERNO: SPADOLINI - SUBITO RIFORMA ELETTORALE

ROMA, 8 MAG. -(ADNKRONOS)- IL PRESIDENTE DEL SENATO, GIOVANNI SPADOLINI, HA FATTO LA SEGUENTE DICHIARAZIONE: ''TOCCA AL PARLAMENTO AFFRONTARE SUBITO IL TEMA DELLA RIFORMA ELETTORALE. LA LOGICA DEL SISTEMA RAPPRESENTATIVO ITALIANO E' INEQUIVOCA: IL VOTO POPOLARE, IL CUI VALORE E' INCONTESTABILE, SERVE ANCHE COME STIMOLO AL PARLAMENTO PER MODIFICARE UNA LEGGE O PER RESTITUIRE OMOGENEITA' E CORERENZA AL SISTEMA. IL 18 APRILE IL CORPO ELETTORALE SI E' ESPRESSO SULLE NORME CHE REGOLANO L'ELEZIONE AL SENATO: UN VOTO CHE, PUR SENZA ESSERE TRASFERITO TALE E QUALE NELLA LEGISLAZIONE SULL'ELEZIONE DELLA CAMERA, INDICA UNA DIRETTRICE DI MARCIA, LA DIRETTRICE MAGGIORITARIA CONCEPITA COME CORRETTIVO AI DANNI DELLA FRAMMENTAZIONE POLITICA E AI GUASTI CRESCENTI DELLA PARTITOCRAZIA, COME STRUMENTO PER LEGARE GLI ELETTORI AGLI ELETTI E COME BASE PER UNA PIU' VASTA RIFORMA DELLA SOCIETA' POLITICA''.

''LE COMMISSIONI AFFARI COSTITUZIONALI DI PALAZZO MADAMA E MONTECITORIO - PROSEGUE SPADOLINI - NON POSSONO SOTTRARSI AL COMPITO CHE GIA' APPARTENEVA LORO INDIPENDENTEMENTE DALLA DELEGA CONFERITA ALLA COMMISSIONE BICAMERALE PER LE RIFORME ISTITUZIONALI. PRENDERO' GLI OPPORTUNI CONTATTI CON IL PRESIDENTE DELLA CAMERA PERCHE' SI POSSA REALIZZARE UN MINIMO DI SINTONIA FRA LE DUE CAMERE NELL'ELABORAZIONE DI UNA RIFORMA CHE SPETTA IN PRIMA LINEA AL PARLAMENTO, CONTANDO SULLA VOLONTA' MANIFESTATA CHIARAMENTE DAL NUOVO GOVERNO DI ASSECONDARNE L'AZIONE''.

(COM/PAN/ADNKRONOS)