LEGA: SCALFARO DOVRA' DIMETTERSI DOPO RIFORMA ELETTORALE
LEGA: SCALFARO DOVRA' DIMETTERSI DOPO RIFORMA ELETTORALE

LIDO DI VENEZIA, 8 MAG. - (DALL'INVIATO DELL'ADNKRONOS - DARIO CONVERSO) - IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DOVRA' DIMETTERSI NON APPENA VERRA' APPROVATA LA RIFORMA ELETTORALE. LA LEGA NORD RILANCIA: ''LA DELEGITTIMAZIONE DI SCALFARO TROVA FONDAMENTO NELLE SUE STESSE PAROLE, ALLORCHE' SUL FINIRE DELL'ESTATE SCORSA, ALL'INSEDIAMENTO DELLA COMMISSIONE BICAMERALE PER LE RIFORME, IL CAPO DELLO STATO DISSE CHIARAMENTE CHE UNA VOLTA DIVENUTE OPERATIVE LE MODIFICHE ISTITUZIONALI EGLI AVREBBE RIMESSO IL PROPRIO MANDATO NELLE MANI DEL PARLAMENTO, POICHE' EGLI STESSO ERA STATO ELETTO SULLA BASE DI REGOLE CHE SONO ORMAI SUPERATE''.

COSI' IL PRESIDENTE DELLA LEGA NORD FRANCO ROCCHETTA AI GIORNALISTI A MARGINE DELL'APERTURA DELLA PRIMA ASSEMBLEA FEDERALE DEL MOVIMENTO A VENEZIA QUALE PARTECIPANO 500 DELEGATI DA TUTTI ITALIA, AL PALAZZO DEL CINEMA SOTTOLINEA CHE LA LEGA NON HA ''ALCUN SENTIMENTO NEGATIVO NEI CONFRONTI DI QUEST'UOMO CHE A VOLTE SEMBRA UN NONNO AFFETTUOSO, DAI MODI PIU' CHE GARBATI, CHE PERO' A VOLTE FA SCELTE IN CONTRASTO CON QUESTI SUOI MODI. LA LEGA RICORDERA' A SCALFARO LE SUE PAROLE DI ALLORA''. (SEGUE)

(DAC/ZN/ADNKRONOS)