DE BENEDETTI: 'OSSERVATORE ROMANO' - TARDIVA DENUNCIA
DE BENEDETTI: 'OSSERVATORE ROMANO' - TARDIVA DENUNCIA

ROMA, 18 MAG. (ADNKRONOS) - L''OSSERVATORE ROMANO' GIUDICA ''GRAVE'' L'ATTEGGIAMENTO DI CARLO DE BENEDETTI PER AVER TACIUTO FINO AD ORA I FINANZIAMENTI ILLECITI DELL'OLIVETTI AI PARTITI. ''LE DICHIARAZIONI DELL'IMPRENDITORE SUSCITANO PERPLESSITA' -SI LEGGE IN UN ARTICOLO CHE SARA' PUBBLICATO SUL NUMERO DI DOMANI A PROPOSITO DEL MEMORIALE CONSEGNATO DA DE BENEDETTI AI MAGISTRATI DELL'INCHIESTA 'MANI PULITE'- CI SI CHIEDE SE E' LECITO CHE UN IMPRENDITORE COME LUI POSSA DARE UN GIUDIZIO SU QUESTO SISTEMA 'DA RACKET'. MA CHI LO HA ALIMENTATO QUESTO SISTEMA? SOLO I PARTITI O ANCHE QUEGLI IMPRENDITORI CHE NON SOLO LO HANNO ACCETTATO MA NE SONO VIA VIA DIVENUTI UNA PARTE?''

''IL SILENZIO, IL CEDERE AL RICATTO, APPARENTEMENTE IN MODO PASSIVO - SI LEGGE ANCORA - HANNO FINITO PER DIVENIRE TACITO ASSENSO, ACCETTAZIONE DELLE REGOLE. ORA, DOPO UN ANNO DALL'AVVIO DELLE INDAGINI APPAIONO POCO CREDIBILI QUANTI ASSURGONO A MORALISTI, A CORAGGIOSI ACCUSATORI DEL SISTEMA DEGLI ILLECITI. BEN PIU' CORAGGIOSO SAREBBE STATO SE COLORO CHE OGGI SI DICHIARANO VITTIME DI QUEL SISTEMA LO AVESSERO DENUNCIATO PRIMA E BEN PIU' GRAVE E' L'ATTEGGIAMENTO DI GRUPPI IMPRENDITORIALI POTENTI, CHE DISPONEVANO PERSINO DI DIVERSI MEZZI PER DENUNCIARE IL MALAFFARE ANCHE DAVANTI ALL'OPINIONE PUBBLICA''.

(RED/GS/ADNKRONOS)