DE BENEDETTI: REPLICANO LABRIOLA (PSI) E NAPOLI (DC)
DE BENEDETTI: REPLICANO LABRIOLA (PSI) E NAPOLI (DC)

ROMA, 18 MAG. (ADNKRONOS) - IL VICE PRESIDENTE DELLA CAMERA, IL SOCIALISTA SILVANO LABRIOLA, E IL DEPUTATO DC VITO NAPOLI, REPLICANO ALLE DICHIARAZIONI DI CARLO DE BENEDETTI SULLE TANGENTI PAGATE A DC E PSI ''PER SALVARE L'OLIVETTI''.

''SE L'INGEGNER DE BENEDETTI AVESSE LANCIATO LE SUE ACCUSE NEL MOMENTO IN CUI PERCEPIVA LO STATO DI COSE CHE OGGI DEPLORA, AVREBBE FATTO - HA DETTO LABRIOLA - BUONA COSA. MA DENUNCIARLE NEL MOMENTO IN CUI I GIUDICI HANNO ACCERTATO IL COINVOLGIMENTO DEL SUO GRUPPO E' COSA TARDIVA E CERTAMENTE NON ASSOLUTORIA. D'ALTRA PARTE - AGGIUNGE L'ESPONENTE SOCIALISTA - IL GRUPPO DI IVREA NON PUO' APPELLARSI AL DESIDERIO DI PROTEGGERE I POSTI DI LAVORO E PRETENDERE PURE DI ESSERE CREDUTO DAL MOMENTO CHE QUALCHE MESE FA E' RIUSCITO AD ACCOLLARE ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE MIGLIAIA DI LAVORATORI IN ESUBERO CON UN PROVVEDIMENTO, PROMOSSO DAL GOVERNO E APPROVATO DAL PARLAMENTO, DI ASSOLUTO FAVORE E PRIVILEGIO''.

CAUSTICO IL DC VITO NAPOLI: ''PER LA CONOSCENZA CHE HO SUI RAPPORTI TRA INDUSTRIA E POLITICA, E' CERTAMENTE VERA L'ESISTENZA DI UN SISTEMA DI CORRUTTELA. CIO' CHE DIVENTA DIFFICILE - DICE L'ESPONENTE DEMOCRISTIANO - E' CREDERE CHE LA OLIVETTI (O LA FIAT) SUBISSERO LA CORRUZIONE. IL POTERE NELLE LORO MANI (COMPRESA LA GRANDE STAMPA ITALIANA) ERA TALE CHE NESSUNA STRUTTURA DELLO STATO SI POTEVA PERMETTERE DI COSTRINGERE NESSUNO A PAGARE TANGENTI. PROBABILMENTE IL FATTO ERA DIVERSO: CHE IL PAGARE TANGENTI FINIVA PER ESSERE IL MODO PIU' FACILE PER BATTERE LA CONCORRENZA. SAREBBE BASTATO RIVOLGERSI A QUALCHE PARLAMENTARE ONESTO, O A QUALCHE PARTITO RITENUTO ONESTO, PER IMPEDIRE CONCUSSIONE E CORRUZIONE''.

SECONDO NAPOLI IL QUADRO INDUSTRIALE CHE NE VIENE FUORI ''E' QUELLO DI UN SISTEMA ASSISTITO (BASTI PENSARE AL 'FILONE' DELLA FALSA RICERCA SCIENTIFICA PER MIGLIAIA DI MILIARDI) CHE PAGAVA L'ASSISTENZA, TOLTA LA QUALE, ORA, SI TROVA IN BRAGHE DI TELA''.

(FER/GS/ADNKRONOS)