ELEZIONI MILANO: MAIOLO - LEGALITA' FERITA
ELEZIONI MILANO: MAIOLO - LEGALITA' FERITA

MILANO, 18 MAG. (ADNKRONOS)- IL 'CANDIDATO SINDACO' TIZIANA MAIOLO PRENDE DECISAMENTE POSIZIONE CONTRO LA DECISIONE DELLA PRIMA SEZIONE DEL TAR DI RESPINGERE LA RICHIESTA DI SOSPENDERE LA CAMPAGNA ELETTORALE PER ELEZIONI AMMINISTRATIVE MILANESI: LA DECISIONE, SECONDO LEI, ''NON RIGUARDA IN ALCUN MODO IL PROVVEDIMENTO CHIARISSIMO ADOTTATO IL 14 MAGGIO DALLA TERZA SEZIONE''. VA RICORDATO CHE QUEL PROVVEDIMENTO RIAMMETEVA LA MAIOLO NELLA COMPETIZIONE ELETTORALE E PONEVA IL PROBLEMA DELLE ''PARI CONDIZIONI'' TRA I CANDIDATI.

LA PARLAMENTARE RIVOLGE ANCHE UN APPELLO AI CITTADINI MILANESI: '' LA VICENDA CHE MI VEDE MIO MALGRADO PROTAGONISTA, NON E' IMPORTANTE TANTO PER LA MIA PERSONA, QUANTO PER UN PRINCIPIO FONDAMENTALE: MILANO HA BISOGNO DI TORNARE ALLA LEGALITA', DOPO 15 ANNI DI MALGOVERNO E CORRUZIONE. NON LASCIATEVI IMBROGLIARE -AFFERMA LA MAIOLO- NE' DA CHI HA FRETTA PERCHE' PENSA DI VINCERE, USANDO IL LINGUAGGIO DELLA GUERRA, NE' DA CHI VUOL RITARDARE PERCHE' HA PAURA DI PERDERE''.

IL 'CANDIDATO SINDACO' PRECISA DI NON AVERE ''MAI CHIESTO IL RINVIO MA IL RISPETTO DELLA LEGGE, DEL MIO DIRITTO A 30 GIORNI DI CAMPAGNA''. TIZIANA MAIOLO CONCLUDE POI AMARAMENTE IL SUO COMMENTO ALLA VICENDA: ''IO POSSO ANCHE ANDARMENE, ANCHE A VIVERE IN UN'ALTRA CITTA'. MA LA FERITA DEI DIRITTI RESTERA' E NON MI PARE CHE LA CITTA' DI MILANO ABBIA BISOGNO DI ALTRE FERITE''.

(MIL/PE/ADNKRONOS)