PARLAMENTO: SPADOLINI
PARLAMENTO: SPADOLINI

Roma, 18 mag. (adnkronos) - Il presidente del Senato, Giovanni Spadolini, concludendo la discussione sul bilancio interno di Palazzo Madama, ha affermato: ''Il Parlamento sta operando in una situazione che sembra, ogni giorno, presentare ostacoli e difficolta' sempre nuovi. L'impegno che emergenze drammatiche hanno richiesto a Camera e Senato e' stato elevatissimo. Dalle questioni economiche ai temi istituzionali; dalle questioni di politica internazionale alla lotta alla criminalita'. Il tutto in un quadro che ha imposto un'attenzione prevalente ai temi della moralita' pubblica, contro ogni lassismo, contro ogni accomodamento, contro ogni indulgenza. Un compito quest'ultimo che, come episodi recenti hanno dimostrato, richiede una riforma radicale e severa delle norme che disciplinano la materia delle autorizzazioni a procedere. E la stessa immunita', valida solo, e inviolabile, per i reati di pensiero e di opinione''.

Dopo avere osservato che ''il voto del 18 aprile ha richiesto nuove regole elettorali non solo per il Senato, ma per il parlamento nel suo insieme, nel suo insieme costituzionale e indissociabile'', il presidente del Senato ha cosi' continuato: ''In questo processo il ruolo del Parlamento rimane centrale.

Affrontando la questione del bilancio di Palazzo Madama, Spadolini ha sottolineato che ''i conti del Senato si presentano in regola, in linea con le richieste della pubblica opinione di una politica di rigore e di una gestione attenta e severa delle risorse''. ''la severita' crescente con cui i cittadini giudicano i fenomeni di corruzione e di violazione della moralita' repubblicana -ha concluso il presidente del Senato- debbono indurre alla massima trasparenza e oculatezza nell'impiego delle risorse pubbliche''.

(red/gs/adnkronos)