INDUSTRIA: L'ASSEMBLEA DELL''AMMA'
INDUSTRIA: L'ASSEMBLEA DELL''AMMA'

Torino, 19 Mag. (Adnkronos) - Un forte impulso all'applicazione della legge 317 che valorizza i consorzi di impresa, una ''accelerata'' dei processi di adeguamento agli standards europei nel finanziamento alle piccole imprese, una maggiore attenzione ai processi di formazione professionale per i giovani non dimenticando pero' la formazione permanente degli adulti occupati al fine di adeguare le loro capacita' ai nuovi sistemi organizzativi, la modernizzazione del sistema finanziario: sono questi gli obiettivi indicati da Francesco Devalle, presidente del 'Amma' (l'associazione che raccoglie gli industriali delle aziende metallurgiche, meccaniche e affini) all'assemblea generale dei soci.

Il Presidente delL''Amma' e' scettico sull'indagine realizzata per conto dell'''Unioncamere'' che etichetta le piccole imprese piemontesi come poco propense ad aprirsi ai mercati esteri: ''l'export della piccola impresa torinese totalizza 30 mila miliardi, ricorda Devalle, e l'industria subalpina conserva una grossa capacita' di competere in Europa anche se e' vero, ammette, che abbiamo permesso a Francia e Germania di superarci regalando loro una competitivita' non alla loro portata''.

Comunque, ricorda Devalle, per combattere la crisi strisciante in atto (il 92, ha ricordato, e' stato un anno particolarmente negativo per l'industria metalmeccanica) le nostre aziende devono superare i confini del mercato europeo e sapersi rivolgere anche verso il mercato dell'Est. Devalle ha ricordato le valutazioni relative dei singoli mercati, confermando una domanda stazionaria in Francia e Germania e previsioni piu' pessimistiche per quanto riguarda l'export in Spagna, Gran Bretagna e Stati Uniti.

(Bdp/PE/Adnkronos)