MASERATI: DIPENDENTI EX LAMBRATE (2)
MASERATI: DIPENDENTI EX LAMBRATE (2)

(ADNKRONOS)- DI INADEMPIENZE VIENE ACCUSATO ANCHE IL GOVERNO CHE A TUTT'OGGI NON AVREBBE ANCORA SCIOLTO IL NODO - IL PALLEGGIO SI GIOCA TRA IL MINISTERO DELLE FINANZE E QUELLO DELL'INDUSTRIA - CIRCA I SOSTEGNI FINANZIARI GARANTITI IN OCCASIONE DELL'ACCORDO DEL 21 GENNAIO PER L'AVVIO DI UNA NUOVA ATTIVITA' MANIFATTURIERA NEL SETTORE ELETTRONICO DOVE VERRANNO RIASSORBITI 200 DIPENDENTI EX MASERATI. A QUESTO RIGUARDO I SINDACALISTI PAVENTANO L'ESISTENZA DI UNA CERTA OPPOSIZIONE DA PARTE DI PRODUTTORI ITALIANI DEL SETTORE, I QUALI VEDREBBERO NELL'INSEDIAMENTO DELLA NUOVA VOXON (DIVISIONE ITALIANA DELLA MULTINAZIONALE CAF, CHE HA SEDE A TAIWAN), UNA CONCORRENTE.

''SE I TEMPI SLITTANO - AVVERTE LUIGI DEDEI DELLA FIM - I 24 MESI STABILITI DALL'ACCORDO TRA MOBILITA' E CASSA INTEGRAZIONE STRAORDINARIA, NON SARANNO SUFFICIENTI A TUTELARE I LAVORATORI DELLA STORICA FABBRICA, ORMAI CHIUSA DI LAMBRATE.

''GIA' ALLO STATO ATTUALE DEI FATTI - PRECISA FRANCESCO PAVAN DELLA UILM - E' CHIARO CHE LE NUOVE ATTIVITA' PREVISTE DALL'INTESA NON POTRANNO PRENDERE AVVIO, ANCHE NELLA MIGLIORE DELLE IPOTESI, CHE A FINE '95. MA VISTO CHE I LAVORATORI CON MENO DI 40 ANNI NON POSSONO RESTARE IN LISTA DI MOBILITA' PER OLTRE UN ANNO, ANDREMMO INEVITABILMENTE INCONTRO - CONCLUDE - A NUOVI, IMPREVISTI LICENZIAMENTI''.

(PLU/LR/ADNKRONOS)